Nov 122009
 

Mi è capitato diverse volte di parlare, in questo blog, di storage online e backup online; proprio per questo ricevo spesso richieste di consigli al riguardo, che assolvo sempre volentieri, forte dell’esperienza accumulata negli anni. Per rendere più agevole la scelta di una soluzione piuttosto che un’altra in base alle proprie esigenze, ho pensato di riepilogare in questo post quelle che sono AL MOMENTO le migliori soluzioni di storage online e backup online.

Per facilitare la comparazione, ho creato un documento in PDF che potete scaricare qui. Vi invito a fare riferimento a questo post per il dettaglio delle caratteristiche indicate con l’asterisco.

ATTENZIONE: storage online E’ DIVERSO da backup online!

Storage Online

Dropbox: www.dropbox.com

Spazio gratuito: SI (2 GB + altri 3 GB tramite referral)
Spazio a pagamento: SI (Pro 50: 9.99$ al mese per 50GB, Pro 100: 19.99$ al mese per 100 GB)
Limite dimensione file: NO via client (300 MB per file via Web upload)
Client installabile: SI (per Windows, Mac OS X e Linux)
Sincronizzazione cartelle su disco: SI
Mapping spazio disco come unità di rete: NO
Revision history: SI (30 giorni, con opzione a pagamento per undo illimitato)
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: SI
WebDAV: NO
FTP: NO
iPhone App: SI

DivShare: www.divshare.com

Spazio gratuito: SI (5 GB)
Spazio a pagamento: SI (Personal: 25 GB per 19.99$ l’anno, Professional: 100 GB per 71.40$ l’anno, ProfessionalPlus: 100 GB con limiti maggiori in download per 179.40$ l’anno)
Limite dimensione file: SI, 200 MB (2 GB per piani a pagamento)
Client installabile: NO
Sincronizzazione cartelle su disco: NO
Mapping spazio disco come unità di rete: NO
Revision history: NO
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO
WebDAV: NO
FTP: NO (Si per i piani a pagamento)
iPhone App: NO

SkyDrive: skydrive.live.com

Spazio gratuito: SI (25 GB)
Spazio a pagamento: NO
Limite dimensione file: SI, 50 MB
Client installabile: SI (per Windows)
Sincronizzazione cartelle su disco: SI
Mapping spazio disco come unità di rete: NO
Revision history: NO
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO
WebDAV: NO
FTP: NO
iPhone App: NO

Box.net: www.box.net

Spazio gratuito: SI (1 GB)
Spazio a pagamento: SI (Individual: 9.95$ al mese per 5GB, Business: 15$ utente/mese per 10 GB)
Limite dimensione file: SI, 25 MB (1 GB per i piani a pagamento)
Client installabile: NO
Sincronizzazione cartelle su disco: NO
Mapping spazio disco come unità di rete: NO
Version history: NO (5 versioni per il piano a pagamento Individual)
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: SI
WebDAV: NO
FTP: NO
iPhone App: SI

LiveDrive: www.livedrive.com

Spazio gratuito: NO
Spazio a pagamento: SI (Standard: 44.95 euro l’anno per 100 GB, PRO: 99.95 euro l’anno per spazio illimitato)
Limite dimensione file: NO
Client installabile: SI (per Windows)
Sincronizzazione cartelle su disco: NO (SI solo nella versione PRO)
Mapping spazio disco come unità di rete: SI
Revision history: SI (30 giorni, con opzione a pagamento per undo illimitato)
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: SI
WebDAV: NO
FTP: SI
iPhone App: NO

ZumoDrive: www.zumodrive.com

Spazio gratuito: SI (1 GB)
Spazio a pagamento: SI (10 GB per 2.99$ al mese, 25 GB per 6.99$ al mese, 50 GB per 11.99$ al mese, 100 GB per 19.99$ al mese, 200 GB per 37.99$ al mese, 500 GB per 79.99$ al mese)
Limite dimensione file: NO
Client installabile: SI (per Windows, Mac OS X e Linux)
Sincronizzazione cartelle su disco: NO
Mapping spazio disco come unità di rete: SI
Revision history: SI
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: SI
WebDAV: NO
FTP: NO
iPhone App: SI

ADrive: www.adrive.com

Spazio gratuito: SI (50 GB)
Spazio a pagamento: SI (Signature: 50 GB per 69.50$ l’anno, Premium da 100 GB a 1 TB, a partire da 139.50$ l’anno)
Limite dimensione file: NO
Client installabile: NO (SI per piani Signature e Premium a pagamento, per Windows)
Sincronizzazione cartelle su disco: NO
Mapping spazio disco come unità di rete: NO
Revision history:NO (SI per piani Signature e Premium a pagamento)
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO
WebDAV: NO (SI per piani Signature e Premium a pagamento
FTP: NO (SI per piani Signature e Premium a pagamento
iPhone App: NO

Botte di Ferro: www.bottediferro.com

Spazio gratuito: SI (1 GB)
Spazio a pagamento: SI (Business, 199,50 € per 15 GB)
Limite dimensione file: SI  (500 MB via client)
Client installabile: SI (per Windows)
Sincronizzazione cartelle su disco: NO
Mapping spazio disco come unità di rete: NO
Revision history: NO
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO
WebDAV: NO
FTP: NO
iPhone App: NO

MegaUpload: www.megaupload.com

Spazio gratuito: SI (200 GB)
Spazio a pagamento: SI (Premium con spazio illimitato: 59.99 € per 1 anno, 79.99 € per 2 anni, 199.99 € a vita)
Limite dimensione file: SI, 2 GB (Premium illimitato)
Client installabile: SI (per Windows)
Sincronizzazione cartelle su disco: NO
Mapping spazio disco come unità di rete: NO
Revision history: NO
File sharing: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO
WebDAV: NO
FTP: NO
iPhone App: NO

Backup Online

Mozy: mozy.com

Spazio gratuito: SI (2 GB)
Spazio a pagamento: SI (Home: 54.95$ l’anno per spazio illimitato)
Limite dimensione file: NO
Client installabile: SI (per Windows)
Sicurezza file: SI (criptati 448bit Blowfish)
Mapping Virtual Drive: SI
Backup automatico: SI
Backup file bloccati: NO
Backup drive di rete: NO
Backup drive esterni: SI
Revision history: SI
Point in time restore: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO

Carbonite: www.carbonite.com

Spazio gratuito: NO
Spazio a pagamento: SI (54.95$ l’anno per spazio illimitato)
Limite dimensione file: NO
Client installabile: SI (per Windows e Mac OS X)
Sicurezza file: SI (448bit Blowfish e Triple DES)
Mapping Virtual Drive: SI
Backup automatico: SI
Backup file bloccati: NO
Backup drive di rete: NO
Backup drive esterni: NO
Revision history: SI (90 giorni)
Point in time restore: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO

IDrive: www.idrive.com

Spazio gratuito: SI (2 GB)
Spazio a pagamento: SI (Pro: 49.50$ all’anno per 150GB)
Limite dimensione file: NO
Client installabile: SI (per Windows e Mac OS X)
Sicurezza file: SI (criptati 256bit AES)
Mapping Virtual Drive: SI
Backup automatico: SI
Backup file bloccati: SI
Backup drive di rete: SI
Backup drive esterni: SI
Revision history: SI (30 versioni)
Point in time restore: SI
Web access: SI
Mobile web access: NO

Considerazioni di Giovy: come potete vedere, l’offerta è vasta ed ogni servizio ha caratteristiche diverse, valide per diversi scopi. Se avete bisogno di un servizio che vi sincronizzi i dati fra i vari computer, il mio consiglio è indubbiamente Dropbox. Se avete bisogno di tanto spazio per archiviare musica e video, sicuramente la soluzione migliore è MegaUpload (che, nella versione premium a vita, diventa particolarmente interessante come investimento “una tantum”). Per il backup la soluzione migliore è senza dubbio Mozy, seguita da IDrive (anche se quest’ultima ha caratteristiche più avanzate, l’infrastruttura di Mozy è migliore).

  79 Responses to “Online storage e backup: diverse soluzioni a confronto”

  1. E tu cosa usi in particolare per lo storage e il backup?

    • Per lo storage ho un account Platinum a vita su Megaupload (quello da 199 euro una tantum, per capirci), dove tengo i backup di tutte le mie foto (che comunque non backuppate ANCHE su un secondo disco in rete a casa), file pesanti, roba che voglio condividere ecc. I documenti invece li tengo su Dropbox (una copia) ed Amazon S3 (un'altra copia). Non ho parlato in questa comparativa di Amazon S3 perchè è una soluzione "complessa" e non adatta all'utente comune (magari ne parlerò in un post dedicato in futuro) 🙂

      • Grazie! Sei sempre molto chiaro e gentile a rispondere
        Ciao!

      • ma se non sbaglio #dropbox è hostato su #aws, quindi usa anche lui Amazon S3 per salvare i file. A che scopo backuppare sulla solita infrastruttura 2 volte?
        Tra l'altro viste le policy di amazon per i backup dei dati di S3 direi che se li perdono è per forza il 21 dicembre 2012.

        • @nolith Il motivo è semplice: perchè io NON ho il controllo dei bucket di Dropbox 🙂
          Ovvero: con S3 si possono creare bucket, scrivere ACL, gestire tutto in maniera molto capillare (cosa che con Dropbox non è possibile fare, mentre è possibile avere la sincronizzazione delle cartelle fra vari computer, cosa che ovviamente S3 non ha). L'averlo "due volte sulla stessa infrastruttura" è una casualità. Se un giorno Dropbox non dovrebbe andarmi più bene, avrei sempre i miei dati (che NON solo totalmente gli stessi che ho su Dropbox) su S3. 🙂

  2. Se non vado errato, su SkyDrive il limte di upload file è di 50Mb.
    Ti sei dimenticato di mediafire.com
    Personalmente, viste le mie necessità, uso DivShare in quanto mi da la possibilità di inserire il codice embed delle playlist con i file mp3 (ho una versione premium da 20$ anno).
    Ottima recensione Giovy 😉

    • Grazie per la segnalazione, corretto il post (anche se quei maledetti di Microsoft mica si degnano ad indicarlo in una qualche FAQ o nell'help, eh!) 😀
      Mi sono dimenticato Mediafire… ma probabilmente ne avrò "dimenticati" altri: il problema è che ce ne sono tantissimi e molti hanno caratteristiche simili. Mediafire è simile a DivShare, e quindi ho preferito quest'ultimo che ho provato personalmente 🙂

  3. SkyDrive ha il limite di upload di 50mb per file, a meno che non sia stato emendato nell'ultimo mese

  4. Qualcuno di questi fornisce anche le API per sfruttare il servizio ad esempio con un client proprietario? Ottimo lavoro!

    • Grazie per i complimenti! 🙂
      L'unico al momento che fornisce accesso alle API è Box.net: http://www.box.net/developers/api

      • Grazie per la risposta!!
        Ti scrivo un suggerimento magari per un futuro aggiornamento: si potrebbe ampliare l'analisi di questi servizi includendo anche alcuni client di terze parti (ad esempio Gladinet ottimo anche in versione Free) che consentono di "montare" fra le unità del PC alcune di queste soluzioni…andando a memoria supporta Skydrive, Box.net, Amazon, Picasa, GoogleDocs e molti altri

        Ciao

  5. Accidenti Giò quanti ne hai provati!

    Complimenti. Articolo molto interessante e ben sviluppato ;).

    Utilissimo.

  6. ciao ti segnalo che nel pdf l'url del post è errata, infatti riporta come data 11/11 mentre la data corretta è 11/12

  7. Gran bel post Giovy 🙂

    Io uso mediafire e mi sembra un ottimo servizio.

    A presto,

    Daniele

  8. Ti sei dimenticato di Memopal. (http://www.memopal.it)

    Io l'ho utilizzo da 1 anno nella versione a pagamento, ma sono un po' scontento perchè non ho notato alcun miglioramento nel client software o nella web application. E' rimasto tutto come un anno fa. Peccato che abbiamo pagato per 2 anni.

    • No, non me ne sono dimenticato, Paolo. Ho provato Memopal appena lanciato (era il primo servizio italiano di quel genere), non mi ha fatto un'impressione positiva e l'ho abbandonato subito. Ecco perchè non ne ho parlato 🙂

  9. Scusa la mia ignoranza, ma visto che lo citi nell'incipit dell'articolo mi puoi spiegare la differenza tra backup e storage on line.

    Grazie

    • E' semplice Paolo: un servizio di storage online ti offre un servizio di "deposito" dei tuoi file, che siano documenti, immagini, video, quello che vuoi. Puoi caricarli via web, via client, a volte via FTP. NON sono criptati, non sono sicuri e se per caso quel file è in copia unica sullo storage online e lo cancelli, sei fregato. Puoi inoltre condividerli con il mondo, se ne hai bisogno. Un servizio di backup online, invece, ha sempre un client installato sulla macchina che si occupa di backuppare (appunto) in continuazione i file che hai scelto di proteggere, criptandoli e verificando che siano sempre in perfetto stato. Se cancelli un file sul tuo computer, hai sempre la possibilità di ripristinarlo dal backup online. Se lo modifichi e fai una cavolata, hai sempre la possibilità di ripristinare una vecchia copia. In parole povere: backup significa SICUREZZA per i tuoi file vitali, storage significa solo archivio per quei file che saresti anche disposto a perdere senza riceverne danno. 🙂

  10. Complimenti! Soprattutto per la pazienza che hai avuto nel provarli tutti.
    E' da un po' che mi interesso all'argomento ma il dubbio che mi trattiene sempre dall'utilizzare uno di questi servizi è la banda in upload delle adsl nostrane. Io ho Alice con 7Mb in download e una miseria in upload.
    Secondo te si riesce ad utilizzarli lo stesso? Oppure è meglio non provarci nemmeno?
    Tu che connessione hai?

    Azz.. scusa per il questionario…
    Grazie

    • Grazie per i complimenti, pippozzo… 🙂
      Venendo alla tua domanda: io ho la tua stessa ADSL (però sono un po' più fortunato, non chiedermi come mai ma ho 1 MB in upload) e puoi usare senza problemi entrambe le tipologie di servizio. Ovviamente quando si tratta di backup devi considerare che il backup iniziale (il primo che fai, quello "globale") a volte può impiegare anche alcune settimane per essere portato a termine, perchè di solito la banda in upload viene saturata solo quando il computer non è in uso. Poi ovviamente tutto dipende da quanto devi caricare. Io, con Megaupload, utilizzo il loro Megamanager per gestire gli upload e mi disinteresso del tempo che ci mette, tanto il computer è sempre connesso… 🙂

  11. Risposta lampo! E' un piacere seguirti.
    Mi sa che devo fare qualche prova…
    Stasera se sono ancora lucido lancio qualche test e vediamo se (botta di cu1o really improbabile B) ) mi hanno ritoccato l'upload.
    Se non backuppo da qualche parte i raw (da 10 mega l'uno = diversi giga) prevedo sciagure, come disse Murphy ai suoi discepoli…
    Grazie Grazie e ancora Grazie

    • Eheheh… quello dei RAW, infatti, è il mio problema. E proprio per questo ho scelto di investire in un account Platinum a vita su MegaUpload. NON è una soluzione di backup e non offre garanzia dei file, ma quello è solo il TERZO posto dove conservo i miei RAW (al momento ho 80 GB, fra RAW e immagini lavorate, su Megaupload). Il mio consiglio se dovessi scegliere la stessa strada: comprimi i file in archivi grandi e "tematici" (dipende anche da come gestisci il tuo workflow digitale). Se ad esempio i RAW di una uscita fotografica mi occupano 4GB, creo 4 file da 1 GB e li carico così. NON carico i singoli RAW perchè sarebbe una pazzia poi gestirli ed anche perchè lì sono solo come backup e non devo toccarli più. 🙂

      • Immagino che gli altri 2 siano il disco di rete e i DVD.
        Per il disco di rete come lo vedi un NAS con RAID? Ci si può fidare di quelli economicamente più umani dei Qnap?

        • Io due dischi sono quello esterno (USB) su cui ho le copie di lavoro ed un disco in rete, infatti. 🙂
          E per il disco in rete, un NAS con RAID penso sia la soluzione migliore in assoluto. Per la qualità…. beh, ci si può fidati di tutti e di nessuno. Parti dal presupposto che TUTTO può rompersi, anche una SAN IBM in Fibre Channel. L'importante è cercare di minimizzare il rischio di perdita dei dati: quindi RAID 5 (meglio con un disco aggiuntivo in hot spare), copie multiple in posti diversi (di cui una online) e ti passa la paura 🙂

  12. Finalmente sono riuscito a loggarmi con twitter (dove ti mandato richiesta).
    PS. sono pippozzo

  13. […] This post was mentioned on Twitter by Andrea Contino and Maurizio Antonelli, so_white. so_white said: http://tinyurl.com/yawosrq Online storage e backup: diverse soluzioni a confronto | Giovy's Blog […]

  14. Social comments and analytics for this post…

    This post was mentioned on Twitter by maury_it: Online storage e backup: diverse soluzioni a confronto | Giovy’s Blog http://ff.im/-blIUD

  15. Complimenti, davvero ben fatto. Se possibile aggiungerei anche il servizio Ubuntu One (https://one.ubuntu.com/) anche se il client attualmente è disponibile solo per Linux. 🙂

    • Ciao Marco, grazie per i complimenti. Purtroppo il fatto che Ubuntu One sia disponibile solo per Linux ne limita molto l'utilizzo, e quindi… dal momento che sostanzialmente è praticamente uguale a Dropbox come servizio… (ma quest'ultimo ha client anche per Windows e Mac, oltre Linux) 😉

  16. Wuala, dopo l'acquisto da parte di lacie, è diventato molto più funzionale e solido. Lo annovererei tra le opzioni anche se diverso come logica.

  17. Manca Memopal come soluzione di backup. Lo sto usando e mettendo a dura prova (parecchia dura). Spero di riuscire a scrivere una recensione durante la prossima settimana 🙂

    • Gio, non "manca", ho evitato di parlarne perchè, nei miei test in passato, non mi ha fatto una buona impressione. Se leggi qualche commento sopra un utente mi ha chiesto la stessa cosa, ed anche lui non è affatto contento del servizio.

    • Io sto utilizzando Memopal, ma non sono contento.

      Non ho studiato l'infrastruttura tecnica, ma dal punto di vista del software e della web application devo ammettere che sono fermi e, nonostante i promettenti presupposti, non si sono evoluti.

      • Non sono contento neanche io, davvero.
        Per questo motivo gli faccio notare ogni singola virgola con la speranza che possano costantemente correggere gli errori e mettere pezze ai problemi che rilevo, client di backup in primis, in seconda fila la cancellazione di intere cartelle con file all'interno.

        Comunque sto ancora valutando, preferisco dare altre possibilità con la speranza che migliorino 🙂

  18. Per Mac e Windows c'è anche il servizio di F-Secure: http://www.f-secure.it/products/online-backup.htm… 60 € l'anno per pc.

  19. […] Online storage e backup: diverse soluzioni a confronto Mi è capitato diverse volte di parlare, in questo blog, di storage online e backup online. […]

  20. […] Online storage e backup: diverse soluzioni a confronto Mi è capitato diverse volte di parlare, in questo blog, di storage online e backup online. […]

  21. Da poco Memopal ha lanciato una versione gratuita con 3GB io lo uso non tanto come backup ma più come storage 🙂

  22. Grazie Giovy, molto utile e ben sviluppato.
    Non ci crederai, ma stavo per disturbarti la settimana scorsa per chiederti un parere proprio su questi servizi 🙂

  23. Ciao Giovy
    complimenti per l'articolo. Domandona …
    se si dovesse proporre questo servizio ad un cliente…. come si potrebbe rispondere alla fatidica domanda…

    "ma i miei files sono al sicuro da occhi indiscreti? "

    Grazie

    • Ciao Davide, grazie per i complimenti.
      La risposta alla domanda del tuo cliente sarebbe "no" per i servizi di storage, si per quelli di backup. Mi spiego: quasi tutti i servizi di storage di cui ho parlato NON criptano i file che conservano e sopratutto non li trasferiscono utilizzando protocolli sicuri. Il contrario accade invece per i servizi di backup, che criptano i file sul client e poi li inviano in maniera protetta (utilizzando SSL) ai server sicuri delle aziende.
      Quindi, se il tuo cliente ha bisogno di un servizio di storage e vuole essere sicuro che siano al riparo da occhi indiscreti, dovrai metterlo in condizione di criptare i suoi files PRIMA di immagazzinarli sullo storage, con soluzioni di crittografia adeguate alla riservatezza dei dati in questione.

    • Ciao Davide, grazie per i complimenti. 🙂
      La risposta da dare ai tuoi client è, nel caso si parlasse di storage: NO. I files depositati su quasi tutti i servizi di cui sopra NON sono criptati, e per questo NON sono al riparo da occhi indiscreti. L'unica soluzione in questo caso è criptare i files PRIMA di immagazzinarli su uno storage online, con una crittografia di forza direttamente proporzionale alla riservatezza dei file in questione.
      Se invece si tratta di backuo, allora la risposta è: SI. I file backuppati dalle varie soluzioni di backup online sono tutti criptati dal client prima dell'invio, e vengono trasmessi utilizzando protocolli sicuri (SSL).

  24. Ottimo articolo, grazie. Anche io è un po' che sto pensando a una soluzione del genere, magari come terza copia. Quello che mi frena sono le dimensioni, ormai ho svariate decine di giga di foto, e l'upload richiederebbe un tempo immane. Occupandomi poi di security, sono paranoico per definizione per cui preferirei cifrarmi io tutti i file prima di uploadarli, e questo inserisce un ulteriore layer di complessità.

    Anche dal lato costi, non sono bassissimi, se pensi che un disco da 1Tb ormai costa meno di 100 euro. Lo so che non è la stessa cosa, però sono molto indeciso… Alla fine penso che farò copie multiple su dischi esterni e magari uno lo conserverò fuori da casa mia (disaster recovery).

    • Ciao Fabio, grazie! 🙂
      La problematica che affronti è "complessa", perchè backuppare online decine di giga di foto non è semplice. E' vero che un disco da 1 TB costa una sciocchezza, ma… se il disco si rompe? Se non si vuole correre rischi, IMHO, la parola è una sola: ridondanza.
      Tieni le tue foto sul tuo computer (per lavorarci su). Una copia di backup va su un disco esterno. Un'altra copia di backup la metti su un NAS in rete, con 4 dischi da 500 GB in RAID5. Una copia la masterizzi su DVD di buona qualità ed un'ultima copia la backuppi online (criptandola, se preferisci, anche se per le foto potrebbe non essere necessario).
      Solo così puoi stare tranquillo (ed è così che faccio io, tranne per il NAS in RAID5 che ancora non ho, ma è un semplice disco in rete).

      • Ma quando devi materialmente fare il backup ti affidi ai programmi? (Tipo SyncBack per intenderci).
        Lanci i job e fai altro oppure segui tutto il processo selezionando i file da salvare, quelli da scartare ecc..?
        Considerando poi che il tutto è replicato più volte.
        Backup incrementali, mirror, copia…
        Insomma, sono tutti interrogativi che mi fanno abbandonare l'idea ogni volta che ci penso.

        • Naaa… è molto più semplice di così 🙂
          I "documenti" che uso quotidianamente sono su Dropbox, e quindi sono già online al sicuro. Quando scatto nuove foto, le carico prima online e poi sul disco di rete. Quando ho tempo le salvo anche su un disco esterno. Tutto a mano, in questo caso, ma solo perchè è "semplice", viste le circostanze. 🙂

          • Quindi salvi i file subito. Non appena ne hai di nuovi.
            In effetti così sembra più semplice.
            La mia comunque idea era: evitare il bkp online almeno per ora ed utilizzare un nas con raid1. Ho da poco visto il Qnap TS 210, che non costa una fortuna ma sembra ben fatto.
            Potrei salvare i dati davvero importanti su di un disco esterno usb.
            Poi pensavo di utilizzare un disco usb (o e-sata), magari da 2,5'', come supporto "da viaggio".
            In sostanza il nas lo vedrei come il backup principale e, almeno in teoria, il pù robusto.

      • Pensavo di fare così: una copia sul pc, una copia su un disco esterno magari in RAID1, e una terza copia su un altro disco esterno che lascio in ufficio dentro un armadio chiuso a chiave. Dovrebbe bastare… la probabilità che si guastino tutti e 3 i dischi, o che vengano rubati, o che si danneggino tutti insieme dovrebbe essere remota… sgrat sgrat…

  25. […] subscribe to the RSS feed for updates on this topic.Powered by WP Greet BoxSolo qualche giorno fa vi ho parlato di alcune soluzioni di storage e backup, omettendo deliberatamente quella di cui vi parlerò oggi: Amazon S3 (dove “S3″ sta per […]

  26. Io da qualche mese uso Dropbox, tutto sommato mi trovo benissimo, anche vero che trasferisco piccoli files. Peccato che l'applicazione disponibile per i dispositivi BlackBerry non dia la possibilità di fare il download dei files.

  27. Sì, anche io uso DropBox e se si trasferiscono grandi file l'applicazione dedicata effettua il "deltacopy" ovvero ne copia solo la porzione effettivamente cambiata

  28. Fedele sempre a Dropbox! Se solo si decidessero a sviluppare un App per Win Mobile…sarebbe il massimo! (al momento hanno accontentato solo i possessori di ‘aifon’)

  29. Volevo segnalare questo sito http://www.dpbestflow.org/ in cui si parla in maniera abbastanza approfondita di backup.
    @Giovy Il sito è orientato alla gestione del workflow fotografico. Veramente ben fatto. Ci sono schemi, diagrammi, video. Si parla di configurazioni, di tipi di backup, pro e contro dei vari sistemi… un sacco di roba
    In ogni caso gli esempi non si limitano solo alla fotografia ma trattano diversi casi.

    fonte: http://www.clickblog.it/post/6942/dbbestflow-come

  30. […] Online storage e backup: diverse soluzioni a confronto […]

  31. Gran lavoro Giovy,
    visto che sei parecchio informato su questo argomento, ti chiedo una informazione. Sono un fotografo e sto pensando di farmi un archivio fotografico online. Mi serve solo come "deposito" che sia consultabile non solo dal mio computer, magari con una user ed una password sia possibile scaricare o caricare da qualsiasi computer o utente. Lo spazio deve essere almeno di 30TB.

    Grazie
    Marco

    • Ciao Marco, grazie!
      … e 30 TB??? Penso che l'unica soluzione possibile per te sia un abbonamento Platinum a vita su Megaupload (199 euro), con spazio illimitato (anche se non so se 30 TB te li permettano, a dir la verità). Prova… e comunque, ci metterai una vita e mezzo per caricare tutto, con le adsl italiane… In bocca al lupo! 😀

  32. […] Segnalo per l’appunto un ricco e dettagliato post scritto da Giovy, che si è divertito a provarne diverse, elencandone le varie caratteristiche. http://www.giovy.it/2009/11/12/online-storage-e-backup-diverse-soluzioni-a-confronto […]

  33. Salve a tutti,
    vorrei aprire un nuovo servizio di backup online. Vorrei proporvi la mia offerta per vedere se il progetto può interessare o meno prima della creazione. Vorrei far pagare gli utenti in base allo spazio che richiedono ovvero farei pagare 3 centesimi di euro per GB/mese. Se ad esempio un utente chiede 50Gb gli viene a costare €1,5 al mese. Ogni utente avrà a disposizione i seguenti accessi:
    – FTP
    – Rsync
    – Web
    – Esplora risorse di windows
    Il server ha una connettività download di 50Mb e upload 31 Mb.

    Cosa ne pensate? Com'è l'offerta?
    Aspetto vostri commenti prima di attrezzarmi del server.

    • Ciao Matteo, vuoi un parere disinteressato? Lascia perdere. 🙂
      NESSUNO verrebbe ad affidare i tuoi dati a te, un privato (Chi sei? Come nasci? Da dove vieni? Dove vai? Che garanzie offri?) che mette su un servizio di questo tipo avendo a disposizione SOLO quella misera banda? Dai, dicci la verità… stavi scherzando, vero? 🙂

  34. Salve a tutti.
    Qualciuno di voi sa darmi delle informazioni su MEGAUPLOAD versione premium. Se ho ben capito funziona come un archivio illimitato online dove puoi metterci dentro le tue foto, i tuoi filmati documenti ecc..
    Ma la domanda è: a questi file che ho inmagazinato posso accederci solo io e basta, oppure come o potuto notare aprendo Megaupload ho visto che si può scaricare tutto quello che c'è dentro. E' vero che l'abbonamento vitalizio premium ti consente di conservare i tuoi dati a vita? Sperando sempre che il sito nn chiuda per altri motivi.
    Un grazie in anticipo a chi mi risponde.

    • Allora: puoi permettere l'accesso ai tuoi file a patto di fornire un link pubblico (questa opzione NON è un default). Inoltre, i contenuti che vedi in prima pagina non sono quelli privati degli utenti. Infine si, l'abbonamento Platinum ti permettere di conservare i tuoi dati a vita. 🙂

  35. Discussione interessante, ho un dubbio vorrei fare l'abbonamento a Megaupload, dalle FAQ in inglese si dice qualcosa a riguardo del FTP. Non ho ben chiaro se si tratta di un FTP reale… Ovvero la mia idea è creare uno script per fare i backup (ovviamente criptati) da "uploadare" su Megaupload.

    Ho contattato già MU 15gg fa è non ho ricevuto risp. il servizio clienti è inesistente!

  36. […] di backuppare decine di GB, probabilmente ci sono servizi più adatti (per una scelta ponderata, potete dare un’occhiata a quest’articolo che ne mette a paragone […]

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)