Mar 062007
 

Stamattina metterò da parte il Web 2.0 e le nuove applicazioni per parlare di una cosa che ultimamente mi sta dando un po’ "fastidio" e sopratutto che, da utente, non riesco a giustificare: il fornire feed "incompleti" del proprio blog.

Partiamo dal principio.
La maggior parte delle piattaforme per blog (e moltissimi siti web, fortunatamente), oltre alle pagine visualizzabili via browser, forniscono anche un feed RSS leggibile da appositi software stand-alone o da feed reader online.
Qual’è la differenza fra un flusso RSS ed una pagina web? Semplice: il flusso RSS sono "dati puri", privi di orpelli grafici e pensati per essere facilmente "scaricabili" e leggibili; un feed RSS è pulito dal rumore di fondo (ovvero: leggo SOLO i post e non devo scaricarmi tutta la pagina, magari piena di grafica, per avere l’informazione che mi serve).

WordPress (nello specifico, ma penso valga per tutte le piattaforme) permette a chi gestisce il blog di decidere se fornire un feed RSS "completo" (contenente TUTTO il testo dell’articolo) o un "riassunto" (contenente solo le righe iniziali); FeedBurner, allo stesso modo, permette di offrire in output solo un estratto del proprio feed (che magari arriva completo dalla piattaforma).

Perchè si usano i feed RSS? Per aggregare in un posto "unico" (il feed reader) informazioni provenienti da diverse fonti, ma ANCHE (e sopratutto, almeno per quanto mi riguarda) per velocizzare sia il download che la lettura; quando si trattano centinaia (diverse centinaia) di fonti è impensabile andarle a visitare tutte, sito per sito.
Ma… qui sorge il problema: alcuni preferiscono (per ragioni a me ignote, e che vorrei tanto mi fossero spiegate nei commenti, se possibile) offrire solo un estratto dei propri post via feed, rimandando alla versione "web" per il testo completo.
Se io leggo il tuo feed è perchè ti ritengo una fonte valida e/o interessante e mi piacerebbe seguirti con costanza.
Se tu (che pubblichi un feed incompleto) mi OBBLIGHI a visitare il tuo sito per avere il resto dell’informazione che pubblichi, mi obblighi a PERDERE TEMPO scaricando nuovamente la parte di testo che ho letto come estratto, più tutto il resto della pagina (grafica compresa) che potrei non avere interesse a vedere.

Quello che ti chiedo, caro blogger che pubblichi il feed incompleto è: perchè lo fai???

Vuoi che io veda il tuo superfighissimo layout creato da un grafico ultrapagato? Bene… scrivi un post dove lo presenti, e verrò a vederlo con piacere!
Vuoi che io veda i tuoi AdSense e ci clicchi sopra? Ok, basta saperlo (ed in questo caso non avrei alcun problema ad eliminarti dal mio feedreader in tempo zero).
Vuoi che io venga sul tuo blog per forza, in modo da sentirmi invogliato a commentare, perchè magari vedere 100 commenti per ogni post ti esalta? Sbagli, perchè io verrei a commentare (se ne sentissi il bisogno) anche leggendo il tuo post completo nel feed!
Vuoi che io perda tempo, in modo da leggere meno blog ogni giorno e sentirti "un privilegiato" per rientrare fra questi? Beh… potrei anche scegliere di privilegiare qualcun’altro, altrettanto valido, che mi fa leggere tutti i suoi contenuti in maniera completa.

Se non rientri in questi casi, caro blogger che pubblichi il feed incompleto, mi piacerebbe che motivassi la tua scelta, perchè non la capisco proprio!

Attualmente NON farò la pulizia etnica che ha messo in atto Carlo (di cui però condivido ed appoggio in toto il pensiero) ma in futuro… who knows?
Il tempo è una risorsa preziosa… per piacere… non farmelo perdere e pubblica il feed completo dei tuoi post (anche mettendoci la pubblicità, se vuoi). Grazie.

Powered By Dragon NaturallySpeakingQuesto post è stato composto grazie all’utilizzo di Dragon NaturallySpeaking 9.

  60 Responses to “Feed RSS dei blog: diamoli “completi”!”

  1. Anche quello di vedere salire il numero degli accessi (specie se le statistiche sono pubbliche) potrebbe essere un valido motivo… 😈

  2. ti prego, la pubblicità se proprio devi metticela, ma CON MODERAZIONE 😕

  3. Ciao Giovy, sono sostanzialmente d’accordo con te e Carlo però Simone Carletti ha esposto alcune valide ragioni per cui pubblicare un “summary” invece dell’intero contenuto (puoi leggere qualcosa qui, qui e qui). Mi farebbe piacere vederlo rispondere da queste parti.
    Personalmente ho sempre usato il full-content nei miei feed in quanto li considero come strumento di lettura alternativo e non come notifiche di nuovi aggiornamenti.
    Se da un lato, in questo mondo fatto ormai di feed, avere i contenuti completi può risultare più veloce, dall’altro chi si collega con connessioni più lente vive meglio con dei summary.
    C’è anche da considerare che, certi feed, pubblicano anche 900 e passa articoli sul feed…
    Ciao,
    P|xeL

  4. Credo dipenda molto dagli ads e dal numero di visite che si vogliono ottenere: ma io sarei contento anche di un alto numero di lettori che sale nel feed,senza necessità di rincorrere pageview e click.
    Io fornisco da tempo il feed completo fermandomi a 10 post: tempo fa avrai letto l’analisi di Ludo dei feed dei blog presenti su Blogbabel,ci son RSS con centinaia dai post. L’importante a mio avviso è la misura.

  5. anche quello di non sapere che feedburner taglia il proprio feed completo potrebbe essere un valido motivo… 😕

  6. @ Mr. Diego: vero, ma a me (che leggo) non me ne frega niente degli accessi, se il motivo del blog è quello lo sego e via… 😛

    @ kOoLiNuS: se è riferito a me… stai tranquillo, nei miei feed la pubblicità non la vedrai praticamente mai (c’è, ma fa neanche 20 impression AL GIORNO), quindi la vedrà 1 persona su 35 di quelli che leggono attualmente il mio feed 🙂
    Se è riferito agli altri: beh, ti appoggio in pieno… ci vuole MOLTA moderazione.

    @ P|xel: le motivazioni di Simone “non reggono”, perchè sarà vero che il feed è fatto per la leggerezza, ma secondo te è meglio scaricare 1K di feed e poi 200K di pagina web per leggere tutto il post oppure 20K di feed?
    E poi… chissenefrega se Winer l’aveva pensato come estratto, il web si evolve e le cose cambiano… dato che anche lui OFFRE IL FEED COMPLETO dei suoi post… 😀
    Il resto sono “tecnicaglie” che interessano poco all’utente comune.
    Per le connessioni lente, è lo stesso discorso: perchè obbligare chi ha una connessione lenta a scaricare tutta una pagina web invece del più leggero feed? Mah… mi sembra un po’ che Simone cerchi di “rigirare” la frittata presentando le cose al contrario…

    @ Dario: io, sinceramente, sono più contento se vedo 700 lettori nel feed invece che 5000 visitatori del sito, perchè significa una maggior consapevolezza nell’uso dei nuovi strumenti che il web mette a disposizione.
    Per quanto riguarda il numero di post, in una piattaforma ben configurata (o configurata di default per quanto riguarda WP) tale numero è sempre di 10-15 post; se si supera e si arriva a centinaia di articoli, c’è un problema (e comunque 900 post nel feed sono SEMPRE dannosi, anche se sono tutti estratti).

    @ Biagio: FeedBurner di default pubblica il feed completo (così come esce dalla piattaforma) e NON taglia alcunchè.

  7. Giovy, come ho scritto prima, son d’accordo con te e mi piacerebbe leggere Simone da queste parti, visto che se ne sta parlando.
    Nel precedente post volevo far “l’avvocato del diavolo” cercando di esporre anche le motivazioni di chi cammina in senso opposto, giusto per riflettere conoscendo le due campane.
    Ciao,
    P|xeL

  8. Anche io nel Feed uso la pubblicità, ma tenete conto che spesso alcuni feed la parsano,con la possibilità di eliminarla a monte.
    Si,anche io sono contento se ho tanti lettori,ma un discorso simile può valere per un “piccolo” blogger: come sai i SEO,le grandi aziende dell’Adv,dialogano sempre in termini di visite.

  9. Ci possono essere molti motivi validi, prima di tutto con i feed vengono tagliati i commenti e tutto quello che sta attorno al post, che fa parte del contenuto veicolato.
    Inoltre alcuni contenuti di non testo/immagini IMHO sono inadatti al feed, come le applicazioni java o in flash.

    Inoltre i contatti sul proprio sito danno un controllo e una informazione maggiore dei feed, e sapere cosa interessa, cosa piace e cosa i navigatori cercano è molto importante

  10. @Giovy: Infatti secondo me chi fa quel ragionamento se ne sbatte altamente di chi legge 🙄

  11. kuasi tutti i blog su splinder danno i feed incompleti e cosi vengono bannati dalla mia feed list

  12. @ P|xel: ah, beh… 😛
    Comunque mi piacerebbe sentire anche Simone, ovviamente… 🙂

    @ Dario: sinceramente, che clicchino o meno la pubblicità nei feed o sul blog, mi interessa poco.
    Ovviamente parlo per me, blogger, così come nel mio post mi stavo rivolgendo ad altri blogger come me e non ad aziende che hanno logiche diverse (sopratutto quando si parla di soldi).

    @ timendum: se proprio vogliamo essere pignoli, e ci interessano i commenti… ci sono anche i feed dei commenti, su alcune piattaforme.
    Anyway, se una persona taglia il feed dei post, a quello dei commenti non ci pensa proprio, no?
    E poi a me i commenti potrebbero non interessare, ma mi potrebbe interessare solo leggere il post… insomma, voglio essere IO a scegliere, e non accettare imposizioni!
    Ti smentisco sulle informazioni che puoi avere da un feed; usando FeedBurner hai moltissime informazioni utili su chi ti legge (e se sei un blogger e NON un SEO o un addetto marketing, non hai realmente bisogno di informazioni specifiche sulle visite, a meno che tu non debba monetizzare tali visite).

    @ pluto: non è vero… io leggo moltissimi blog di splinder che danno feed completi.

  13. Concordo pienamente, anche a me lascia un po’ perplessa la scelta di pubblicare solamente parzialmente i contenuti dei post nel feed. Al contempo però comprendo anche chi deve in qualche modo far tornare al proprio superiore, parlo in ambito business e non personale, un tot numero di pagine viste.

    Si si so che le pageview non sono la metrica ideale per analizzare un sito/blog/etc etc … però pare essere l’unico dato che tanta (troppa?) gente vuole vedere crescere.

  14. […]FeedBurner di default pubblica il feed completo

    A me è capitato di ritrovarmi il Feed Content di feedburner su “List item titles only” e mi sono reso conto del problema solo dietro segnalazione di un amico.

  15. […] Feed completo o non completo ? That is the question. No Giovy, non sono d’accordo con la tua opinione. Non si tratta di una scelta così opinabile e, a mio parere, non se ne può discutere in questi termini. […]

  16. Perché i miei feed vengono pubblicati anche da un aggregatore di blog sullo stesso tema e non mi sembra carino occupargli tutta la pagina. In linea di principio però sono d’accordo con te.

  17. Secondo me, l’unico motivo valido per troncare il contenuto dei feed è quello del risparmio se si vedono con il cellulare. 1 centesimo a kbyte sono soldi. Per il resto, non vedo altri motivi validi…

  18. Io distribuisco sempre feed completi , ma quelli molto lunghi , li splitto con il tag “read more” . Ne consegue che anche il feed si tronca a quel punto.
    D’altro canto è brutto avere in front page post chilometrici.
    Come ovviare ?
    ah tutto questo su CMS WordPress.

  19. Io anche sono d’accordo con te, non mi piacciono i feed a metà, non li sopporto…e comunque poi quasi mai vado sul sito a leggere tutto l’articolo…
    Comunque proprio ieri ho letto un’interessante articolo sui feed dal titolo “34 ragioni perchè i lettori abbandonano i feed di un blog”, il link è questo

  20. Ho notato solo oggi che il mio blog rilasciava il feed riassuntivo. Ho subito modificato l’opzione rendendo disponibile l’intero contenuto delle notizie scritte.

    😉

  21. SOTTOSCRIVO Giovy senza “se” e senza “ma”. Sono giunto fino a disinstallare l’aggregatore, per tornare alla vecchia navigazione (dal cellulare). a

  22. Concordo Giovy per la distinzione tra Blogger ed Azienda,in questo caso è marcata: non dimenticarti però che la blogosfera ed i blogger,tra Adsense ed altro advertising (anche il feedvertising) vanno sempre a caccia di entrate. Molti non scrivono e perdono tempo per nulla,anche se non è il nostro caso è una realtà che va considerata.

  23. Prima di tutto quoto dema, se il post è lungo (e intendo tanto) è brutto avere la pagina principale chilometrica (o con 19534 video di youtube o che altro), quindi mi sembra normale tagliare.

    Feedburner costa, quindi non è sempre un’alternativa, soprattutto per blog piccoli.

    Inoltre IMHO partite dal principio sbagliato, non è detto che uno lo faccia solo per le visite/pubblicità e inoltre se TU che usufruisci di un servizio di un altro, se non ti piace sono cavoli tuoi, puoi farlo presente, ma pensare che un blog si debba adattare ad uno/dieci/x lettori… è come dire che la tv dovrebbe fare come piace a me…

  24. Bravo, bello sfogo! Però mi è sembrato di vedere di peggio, tipo qualcuno che non solo non pubblica il feed completo ma che anche sul sito pubblica post “tagliati” per invogliare a cliccare. Il link poi quasi sempre apre una pagina nuova (che ovviamente fa partire la sua sessione) e le statistiche impallano.
    Ora di far salire le statistiche di un sito non me ne frega niente e se l’owner è contento… contento lui. Ma se questo significa che mi devo barcamenare tra decine di click per leggere un post del zzap… mavaffanzzap! 😈

  25. @Timendum

    Feedburner costa, quindi non è sempre un’alternativa, soprattutto per blog piccoli.

    Come? Cosa? Dove? Guarda che FeedBurner base (e le funzioni sono già troppe) è gratuito 🙄

    Qualche riflessione in ordine sparso:
    * sono pienamente d’accordo sulla necessità di avere feed completi
    * non vedo l’utilità di tagliare i post in homepage: se abitualmente scrivo post chilometrici posso diminuire il numero di post visualizzati nella home page
    * credo che chi usa un feed reader sia più smaliziato di un lettore occasionale che arriva sul blog tramite Google: le probabilità che faccia clic su un AdSense o simili sono decisamente più basse (IMO), quindi obbligarlo ad andare sul blog difficilmente comporterà un aumento degli introiti

  26. Quoto in pieno con quanto detto dal post! I feed incompleti sono veramenti fastidiosi.. non li sopporto.. e mi capita di fare la pulizia etnica se la fonte non è eccelsa e se ne può fare a meno!

  27. Come faccio a commentare un post che volevo scrivere io?
    Solitamente se il blog è interessante chiedo gentilmente al tenutario se può offrire il feed completo.
    La soluzione è comunque nel mezzo. Salomonica scelta nella home page di feed completi e non, così si accontenta tutti!

  28. Sono d’accordo con te. Però dovresti scrivere chi sono i blogger…
    Magari alcuni non sanno di pubblicare solo i feed parziali…

  29. salve a tutti.
    io rilascio i miei articoli con contenuti parziali xkè mi fa piacere che un utente PERDA TEMPO sul mio sito. magari trova altro (link,immagini,commenti) che gli balzano agli occhi e prosegue la navigazione. I contenuti sono estremamente decontestualizzati attraverso l’xml che è decisamente piu’ povero rispetto ad un sito intero.

    inoltre se pubblico articoli interi puoi benissimo smettere di vedere il mio sito e aggregarteli belli belli chissa’ dove. io piano piano muoio e tu godi solo del mio culo senza neanche guardarmi in faccia.

    non mi piace. se credi per questo di depennare i feed dal tuo reader, auguri, resterai fuori dal giro ed il peggio non è di certo il mio 🙂

    ps: non vederla come na cosa personale, il discorso è dedicato a tutti coloro che appoggiano la tua idea.

  30. Sai,da completo niubbio mi chiedevo la stessa cosa qualche gg fa.. infatti nel mio aggregatore alcuni feed riportavano solo l’ inizio e alcuni completamente.
    Non sapendo da cosa dipendesse mi vieni a spiegare che e’ una scelta del blogger .. beh a sto punto caro giovy non posso che quotarti ,perche’ allora tanto vale levarlo del tutto in quanto cade completamente il senso stesso del feed.. hai detto una cosa sacrosanta
    p.s.
    ahhh ecco perche’ nn vieni mai a commentare.. lo mettero’ incompleto per qualche gg.. :mrgreen:

  31. @smauele: eccone due abbastanza famosi con il feed incompleto: Stefano Vitta e Massimo Bernardi 😥

    http://www.bloggers.it/aghenor/
    http://www.massimobernardi.com/

  32. Penso gli Ad siano il motivo principale: almeno, era il mio motivo.

    Lasciando l’opzione riassunto di WordPress si rischia molto, in effetti, a meno di non fare un sunto del post intero nel titolo e nelle prime righe, altrimenti se non trovo qualcosa di interessante passo oltre senza rimorsi.

    Avevo anche provato a creare un plugin per WordPress in modo da poter aumentare il numero di parole visualizzate nel riassunto (di default 56), ma alla fine ho abbandonato anche quello: se ai lettori interessa quello che scrivo (come capita anche a me quando leggo i feed) terminano spesso la lettura sul mio blog, o vi entrano per commentare.

  33. Gli utenti di Bloggers.it per avere i feed completi devono essere abbonati. Questo per un evidente motivo di necessarie pageview generate sulla piattaforma che non campa di aria 😉

    Io ho cominciato a spezzare il feed quando ho visto i miei post riaggregati in giro senza permesso, ora il fenomeno è diminuito e sono tentato di riproporlo intero. Resta il fatto che le agenzie si basano sulla pageview anche per valutare i blog singoli. Se avessi degli ads sul blog non sarei nel dubbio: se ti interessa quello che scrivo devi pagare almeno un click se no, libero di depennare.

    La pubblicità sui feed non è una soluzione che mi piace…

  34. @stefano: questa mi mancava: feed incompleti se la piattaforma è gratuita 😐

    Per quanto mi riguarda sarebbe un buon motivo per cercare alternative 🙁

  35. Innanzi tutto grazie a P|xel per la citazione.

    Le motivazioni di Simone “non reggono”, perchè sarà vero che il feed è fatto per la leggerezza, ma secondo te è meglio scaricare 1K di feed e poi 200K di pagina web per leggere tutto il post oppure 20K di feed?

    Io non ti obbligo a scaricare 200K di pagina perché di fatto non ti obbligo ad accedere ad ogni mia pagina.
    La situazione è semplice, io ti offro un feed con un riassunto curato di ogni post.

    Tu scegli solo i post che vuoi approfondire e quelli che ti interessa li approfondisci nel sito dove posso offrirteli come li meriti.
    E per come li meriti intendo corredati da tutte le immagini e gli approfondimenti che servono.

    Forse pochi sanno che in un feed RSS 2.0 non è permesso includere HTML. 🙄

    E poi… chissenefrega se Winer l’aveva pensato come estratto, il web si evolve e le cose cambiano… dato che anche lui OFFRE IL FEED COMPLETO dei suoi post… 😀

    La storia è molto più lunga, e non sto qui a raccontarla poiché espressa più volte.
    Il concetto è semplice e l’ho espresso in un mio post: se vuoi offrire un feed completo devi essere consapevole di usare il formato corretto.

    Mi sembra di assistere alla storia di IE: tutti che si lamentano che IE non interpreta le pagine web correttamente quando poi se si vanno a vedere certe pagine web le specifiche HTML sono un vago ricordo…

    Mah… mi sembra un po’ che Simone cerchi di “rigirare” la frittata presentando le cose al contrario…

    Libera di pensarla si desidera.
    Io continuo a sostenere che il feed non è un gadget da offrire così tanto per sport.
    Come si studia una pagina web andrebbe studiato anche un feed.

    A chi continua a sostenere che “tanto è uguale e molto meglio mettere il post completo in un feed RSS” dico: forse non hai mai programmato un parser per feed.
    Cosa centro questo?

    Semplice, all’utente finale poco, ma a colui che crea “il browser per feed molto”.
    Perché rendere le cose difficili quando non lo sono.

    In conclusione ribadisco un concetto.
    Fondamentalmente non sono contrario al concetto del feed completo, sono contrario a chi lo crea senza essere consapevole del modo corretto di farlo e di rendere gli altri nella posizione di leggerli nel migliore dei modi.

    Un feed RSS 2.0 non supporta contenuti completi, al contrario ad esempio del formato Atom 1.0.

    Dimenticavo, alla domanda

    Quello che ti chiedo, caro blogger che pubblichi il feed incompleto è: perchè lo fai???

    Rispondo: hai mai provato a leggere un feed completo da palmare? E da cellulare?
    Lo sapevi che l’XML è noto per essere uno tra i formati più adatti per offrire contenuti su dispositivi differenti?
    Come pensi che l’immagine 800*600 inserita nel corpo di un post e buttata dentro al feed venga renderizzata dalla mia versione per palmare di NewsGator Go! ❓ 😉

    Grazie ancora per avermi citato in causa e dato modo di esprimere il mio parere. 🙂

  36. Concordo con Simone … vorrei esporre una sola domanda generale … se da stasera la blogbabel escludesse come dato di fatto il numero di lettori via feed e reinserisse le statistiche alexa [ cosa che implementano TUTTI i servizi SEO e statistiche internazionali] come vi comportereste ?

    100 lettori via feed readers gli stessi 100 via email = 200

    Ergo Feedburner è un servizio non un elemento predominante per classifiche 🙂

    saluti

  37. […] Già l’avevo detto qui, ora vedo che brodoprimordiale, Giovy e Kurai la pensano come me. Un feed smozzato sul mio reader dura qualche giorno, il tempo di valutare se rientra nella categoria dei blog imperdibili per i quali vale lo sforzo di aprire il browser o se dev’essere terminato immediatamente. Le eccezioni attualmente stanno sulle dita di una mano. E questo non vuol dire che non visiti i siti dei blogger che mi piacciono. Un esempio su tutti è giavasan: posso dire che almeno il 50% dei suoi post mi attirano sul suo blog, vuoi per commentare, vuoi per vedere l’immagine con cui ha corredato il post. […]

  38. Il concetto è semplice e l’ho espresso in un mio post: se vuoi offrire un feed completo devi essere consapevole di usare il formato corretto.

    Mi sembra di assistere alla storia di IE: tutti che si lamentano che IE non interpreta le pagine web correttamente quando poi se si vanno a vedere certe pagine web le specifiche HTML sono un vago ricordo…

    Questo è un bell’esempio di errore logico, anche se non so decidermi se è un falso dilemma o una falsa pista.
    Sono pienamente d’accordo con te sull’affermazione che il feed va offerto in modo “pulito”.
    Questo non capisco però cosa c’entri con il fatto di offrirlo troncato o meno.
    Fai un esempio dicendo che in un feed rss 2.0 non si può includere html. E se uno non scrivesse mai html nei post quale sarebbe il motivo per cui dovrebbe offrire il feed moncato?
    Per restare nel solco della tua analogia: se explorer non interpreta gli standard la colpa non è di chi fa i siti non standard.

  39. Fai un esempio dicendo che in un feed rss 2.0 non si può includere html. E se uno non scrivesse mai html nei post quale sarebbe il motivo per cui dovrebbe offrire il feed moncato?

    Ciao fmf,
    come fai ad includere un post senza scrivere HTML?

    Ad esempio, almeno il ritorno a capo dovrai inserirlo. 😉

  40. Ooops, dimenticavo

    Un feed smozzato sul mio reader dura qualche giorno, il tempo di valutare se rientra nella categoria dei blog imperdibili per i quali vale lo sforzo di aprire il browser o se dev’essere terminato immediatamente.

    Questa è una citazione del tuo post che in parte riprende anche il tuo commento.

    C’è un errore di fondo, tu parli di Un feed smozzato e su questo tema mi trovi perfettamente d’accordo.
    Un feed “tagliato è inutile”.

    Nel mio caso, vorrei far notare come l’uso dell’excerpt è curato, messo ad hoc per ogni post e scritto manualmente.
    Parlare di feed moncato è quindi sbagliato, poiché l’operazione di scrittura del riassunto è manuale e non automatica (ad esempio con la funzione substr() di PHP).

  41. Il motivo mi sembra evidente: il blog come sito fornisce molti più servizi del feed in sé, ad esempio la possibilità di inserire e leggere commenti, di vedere altri articoli correlati, la pubblicità, un poll messo in primo piano eccetera.
    Ci sono tantissimi buoni motivi per volere che un lettore vada sul sito e non resti tranquillo a leggersi il feed nel suo lettore… 🙂 e non è una cattiva idea, alla fine… dipende dallo scopo del sito.

  42. Ok, io non sono iscritto al tuo feed, sono arrivato qui via un altro post.
    Se il tuo feed è fatto come dici, direi che non c’é nulla su cui discutere: il rant mio e immagino anche dei molti altri che si lamentano è verso quelli che usano l’excerpt tagliato automaticamente.
    Ora mi documenterò per cercare di capire come è fatto il mio feed.
    Non capisco però una cosa: se dici che in un feed RSS 2.0 non si può mettere html e che anche un a capo è html, come fai nel tuo caso a creare un riassunto _senza_ html?

  43. Quoooooooooooooooooooooto alla grande! 😀

  44. […] Seconda: la vexata quaestio dei feed integrali. Personalmente, sono neutrale. Non mi infastidisce per niente sottoscrivere un feed parziale, nè ho maggior simpatia per quanti scodellano contenuti completi. Usando abitualmente una tecnica PNL di lettura a scansione rapida, che nel caso delle pagine digitali ha qualcosa a che fare con il venerando principio del microcontent, scelgo a colpo d’occhio cosa merita la mia attenzione e cosa può essere ignorato. Se decido di leggere, mi sposto quasi sempre sul sito d’origine: voglio vedere i commenti, il contesto grafico, la sostanza del sito. Comprendo però che il mio approccio non faccia testo, ciascuno ha il proprio e sarebbe sterile anche solo cominciare a discuterne. D’altra parte, non c’è dubbio che alcuni blogger vivano in preda alle smangiuie per le impressions, non chiudano occhio la notte al pensiero di AdSense, si nutrano di CTR, eCPM et similia. Altri ancora pagano la banda fior di dobloni, dunque potrebbero legittimamente sbattersene delle preferenze di visitatori che pascolano aggratis e hanno pure la faccia di bronzo di avanzar pretese. Considerato che da qualche tempo l’esistenza di queste pagine è integralmente finanziata dalla Cricca, volendo sorvolare sul fatto che un mese di Google AdSense su Casperize macina abbastanza euri da coprire due anni dell’attuale esosissimo hosting, ho optato per i feed integrali. Punto. […]

  45. […] dei Feed mi ha fatto tornare in mente due post pubblicati circa un mesetto fa sui blog di Giovy e Marco […]

  46. […] nel titolo come prime parole le parole chiave che interessano (es. “Feed RSS dei blog, diamoli completi” è meglio di “Diamo completi i feed RSS dei […]

  47. […] Voi avete altre visioni? Non mi interessa a che merito … se a favore dei Feed RSS completi  … o incompleti …  Fonti: Feed RSS dei blog: diamoli “completi”! […]

  48. […] approfondimenti è molto interessante il post di giovy e mi sembra anche giusto citare un “convertito” a feed completo: […]

  49. […] nel titolo come prime parole le parole chiave che interessano (es. “Feed RSS dei blog, diamoli completi” è meglio di “Diamo completi i feed RSS dei […]

Leave a Reply to Keper Cancel reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.