Mar 022009
 

Oggi è il “grande giorno”: il nuovo album degli U2 “No Line On The Horizon” ha raggiunto i negozi europei (e domani quelli americani). Ma… su iTunes Music Store è già disponibile da un paio di giorni, io l’ho acquistato il 28/02/09 (rilasciato il giorno prima). L’ho ascoltato e…  vi dico cosa ne penso. 😉

200px-nolineu2promoArtista: U2
Titolo: No Line On The Horizon
Produttori: Brian Eno, Daniel Lanois, Steve Lillywhite

Tracklist:
1. No Line on the Horizon
2. Magnificent
3. Moment of Surrender
4. Unknown Caller
5. I’ll Go Crazy If I Don’t Go Crazy Tonight
6. Get on Your Boots
7. Stand Up Comedy
8. Fez – Being Born
9. White as Snow
10. Breathe
11. Cedars of Lebanon

Parere (puramente personale) di Giovy: atteso da parecchio (se pensate che il 22 novembre 2004 parlavo dell’album precedente), personalmente non vedevo l’ora uscisse… ed appena ho avuto un po’ di tempo per mettermi “seduto” con calma, l’ho comprato ed ascoltato. Il primo ascolto è stato rigorosamente in cuffia (auricolari, a dir la verità), sdraiato sul letto, con l’iPhone in modalità offline (per evitare interruzioni con chiamate o sms) ed un’equalizzazione “rock”. Sono tentato dal farvi un mega-spoiler dell’ascolto canzone per canzone, ma vi lascerò il piacere di ascoltarlo, e sarò generico (soprattutto perchè NON sono un critico musicale e parlo esclusivamente per gusto personale). Ascoltare No Line on The Horizon è come fare un viaggio verso sonorità passate ma splendidamente attuali. In più di una canzone ci sono dei FORTI richiami ai Pink Floyd, sonorità new-age (colpa/merito di avere Brian Eno fra i produttori, sicuramente) ed atmosfere che mi hanno riportato ai tempi di Zooropa. La title track (No Line On The Horizon) è una delle mie preferite, insieme all’onirica “Moment of Surrender”, alla zooropiana “Fez – Being Born” ed alla ballad “White As Snow”. Questo non significa che gli altri brani non siano degni di nota, ovviamente… solo che mi hanno “colpito” di meno, anche se pareri incrociati mi hanno sorpreso, circa il gradimento di un brano come “Get On Your Boots”, che io trovo molto ruffiano (e non a caso è stato il primo singolo) ma non eccezionale.  Quando vi parlai, anni fa, di “How To Dismantle An Atomic Bomb” non ne fui entusiasta… ed a mente fredda, dopo averlo ascoltato decine di volte, posso confermare che a parte qualche episodio degno di nota, non è stato un album entusiasmante. Questo No Line On The Horizon, invece, ad un primo ascolto “mi ha preso” subito… e continua ad affascinarmi ascolto dopo ascolto (il sesto, finora).  Ve lo consiglio? Si, direi di si. Ma se siete dei fan, probabilmente l’avrete già comprato, lo starete ascoltando e scriverete qualcosa di più sensato di queste quattro righe… 😉

  18 Responses to “U2 – No Line On The Horizon”

  1. oh mettetevi d'accordo, luca sofri lo stronca un pò… a me gli U2 piacciono ma non da impazzire, adesso non so che fare!
    http://www.wittgenstein.it/2009/03/02/orizzonti-p

    • Eh, Andrea… in questi casi c'entra tanto il proprio gusto personale, mi sa…
      Così come ci sono persone che osannano Gigi D'Alessio (che io non riesco proprio ad ascoltare), io potrei trovare buono un album che per altri fa schifo. Mettersi d'accordo penso sia un'utopia, in questi casi… 😉

  2. Sai che l'avevo scaricato dallos tore ma non ancora ascoltato, grazie di avermelo ricordato! Per ora ho potuto metterlo solo in background dietro al lavoro, che non è certo una condizione ottimale, ma ho intuito del grande potenziale per questo giovane gruppo, concordo sulle assonanze PF da qualche parte. Quando, tra una decina d'anni, i bambini saranno cresciuti proverò a trovare il tempo per un ascolto in cuffia 😉

  3. Comprato in anteprima qualche settimana fa su Itunes, ne vale la pena, alla grande!

  4. Mi aspettavo di meglio. Un qualcosa di più "grezzo", un ritorno alle origini. Poi dopo la buffonata dell'altro giorno sul palazzo della BBC…

  5. confortato dal timore di non esser pazzo ad aver accostate alcune sonorita' di quest'album con i migliori Pinkfloyd….

    qui le mie note : http://cletus19.blogspot.com/2009/02/tornano-gli-

  6. […] differenza di Giovy, a me non è piaciuto […]

  7. No, ditemi tutto ma non accostateli ai Pink Floyd!!! per carità!!! 😉 non esageriamo!

    • Rileggi bene: io NON li ho accostati ai Pink Floyd (che sono tutt'altro), ma ho solo detto che ci sono FORTI RICHIAMI ai Pink Floyd. Sono cose differenti, eh… 🙂

  8. penso che gli UTWO siano veramente stanchi di suonare, penso che rispetto al loro potenziale in questo disco abbiano suonato al 30% ormai è "solo" per carisma che mettono in circolazione ancora album

  9. Sono in totale disaccordo con cotanti sommi critici(Sofri & co….)! Ma la musica l'ascoltate o parlate per partito preso, tipo ormai dei vecchi U2 non c'è più niente?Grande album, musica complessa e incantevole, con buona pace dei(grandi, non c'è che dire…)Pink Floyd e dei suoi conformisti fan!

  10. Ehm…Giovy…Horizon!!!

  11. Mi piacciono i U2, ma non sono un fan accanito! Su quest'ultimo album posso dire che per fortuna si sono ripresi. Per me la loro onorata carriera si era fermata ad Achtung baby. Da lì in poi era stato solo una parabola molto discendende con i successivi album di cui si perdevano facilmente le tracce con il passare dei mesi: molto commerciali!!!! Quando è uscito NO LINE ON THE HORIZON…quel singolo "Get on your boots" mi aveva tratto in inganno credendo nell'ennesimo flop della band. Stanotte mi sono messo su internet per passare il tmepo (il sonno era lontano) ed ho ascoltato l'intero album…..risultato? Sto scrivendo con l'album appena scartato davanti. Hanno ripreso finalmente a fare MUSICA come si deve!!!! Finalmente risento i veri U2 che conoscevo!!!

    Per Giovy: pensa che quest'estate mi sono sentito dire che Gigi D'alessio è un poeta!!!!! E' vero che sono gusti, ma certi fanno davvero c…… 😉

  12. L'ho ascoltato anche io e non mi dispiace affatto! 😀

  13. Tutti a milano a vederli

  14. Se interessa qui c'è la mappa che ho creato su Google Maps dei posti che gli U2 citano nel booklet tramite le coordinate

  15. si tutti a milano

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)