Sep 142007
 

Oggi voglio avventurarmi, per presentare un servizio Web, in un terreno minato… ovvero quello della propria "reputazione online".
Ho infatti scoperto (ma non sto ancora usando attivamente) un nuovo servizio Web 2.0 che offre ai propri utenti la possibilità di costruire (e rendere visibile a tutti) la propria "reputazione" online.

trustplus_logo.gifTrustPlus utilizza in linea di massima lo stesso principio di feedback che c’è alla base di eBay; ogni utente registrato su TrustPlus ha una sua "reputazione" che può crescere o diminuire a seconda dei feedback che riceve da altri utenti che lo conoscono. Per far si che altri utenti siano chiamati ad esprimere la loro opinione su di se, li si può invitare ad unirsi al proprio "TrustCircle", ovvero un insieme di utenti "conosciuti" (raggruppati in sottogruppi a seconda del tipo di rapporto che si ha con loro) di cui si ha fiducia e che hanno fiducia in noi. E’ possibile assegnare ad un utente diversi livelli di fiducia, così come creare varie "identità" che contribuiscono a costruire il nostro livello di reputazione; allo stesso modo, è possibile "importare" in TrustPlus altre identità basate sulla fiducia come quella di eBay (appunto), e decidere se rendere o meno visibili agli altri tutte le nostre identità.
Il funzionamento "sembra" macchinoso, ma in realtà è abbastanza semplice…

Ovviamente la propria reputazione può essere consultata da tutti, e sono disponibili per il download un add-on per Internet Explorer ed un’estensione per Firefox che permettono di vedere in tempo reale la "reputazione" degli utenti registrati su TrustPlus con identità su altri servizi (ovvero: io ho in TrustPlus anche il mio profilo eBay, e collegandovi su eBay potete vedere immediatamente la mia reputazione accanto al mio nick, utilizzando questi plugin)

La mia unica "perplessità" viene dal fatto che un sistema del genere (per quanto interessante, se ben sviluppato e portato avanti, come mi pare di vedere sia TrustPlus) è valido sopratutto se riesce ad imporsi come sistema "principale" per costruire la propria reputazione online, e riesce poi a diventare il "collettore di reputazione" sfruttato via API da altri servizi web. Le API infatti ci sono già e sono in fase di test, ed in futuro potranno essere utilizzate per sfruttare il reputation system di TrustPlus.

Nel frattempo… inviterò qualche amico/a che conosco bene a joinare il mio TrustCircle…. spero non mi consideriate uno spammer per questo! 😛

  15 Responses to “TrustPlus, crea la tua “reputazione” online”

  1. lassa perdere 😉

  2. pare simpatico ma penso che rimando la mia iscrizione di qualche tempo Giovy !!

  3. Ho letto ora la mail…dò un occhiata. 😉

  4. Io invece condivido pienamente il concetto di API aperte per sfruttarlo su altre piattaforme.
    Altrimenti serve proprio a nulla.

  5. Il mese scorso a NY la mia opinione sul 2.0 aveva vacillato di fronte all’attacco di stupidera collettiva causato da facebook.
    Ma questo e’ davvero troppo.
    Abbastaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

  6. invece a me piacciono queste cose, se m’inviti mi fa piacere 🙂

  7. Grazie per l’invito Giovy.
    Ci metto mano durante il week end 🙂

  8. A me lascia perplesso per lo stesso motivo per cui ho seri dubbi nei confronti del sistema di feedback di ebay. Preciso che su ebay ho un feedback alto, ma in passato mi è capitato di avere delle brutte sorprese e dei voti negativi ingiusti.

    Su ebay infatti il feedback è utilizzato spesso a sproposito dai venditori come arma di ricatto: viene sovente rilasciato solo dopo che l’acquirente ha espresso il proprio voto. La cosa a me pare del tutto illogica, visto che in questo modo l’acquirente insoddisfatto dell’oggetto se lascia un giudizio negativo si vede sottoposto alla “rappresaglia” del venditore che può a sua volta giudicare negativamente l’acquirente.

    Inoltre ci sono autentici avvoltoi che pare abbiano come unico scopo quello di rovinare l’altrui reputazione.

  9. Ussignur non sanno veramente più cosa inventare

  10. Grazie per l’invito 😉

  11. Io a te, finché non caricherai *quelle foto* su Flickr (o me le mandi), ti dis-trusterò sempre! 😉

  12. :mrgreen:

    Beh, ho alcune perplessitàƒ sulla cosa. Penso non sia altro che una masturbazione mentale alquanto malsana. Personalmente penso che il biglietto da visita più grande siano gli utenti che hai. Se su di un counter del mio blog dovresse apparire una cifra di 150.000 utenti giornalieri… beh penso che dovrebbe essere abbastanza chiaro il livello della mia reputazione … o no?

  13. La mia reputazione, trustplus o no, resta sempre bassissima… E ne vado fiero.

  14. […] quello di permettere alle persone di capire di chi “potersi fidare on line”. Come spiega Giovy che lo ha provato direttamente, questo servizio si basa sulle valutazioni ottenute dagli utenti sia […]

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)