Jul 312007
 

Il post di stamattina appartiene alla categoria "Quick Tips", ovvero consigli utili su operazioni che potrebbero sembrare banali ma… a volte sono estremamente necessarie.. 😛

Premessa: personalmente SCONSIGLIO fortemente di utilizzare Outlook Express per gestire la propria posta; è un programma instabile, che non aderisce agli standard e che di punto in bianco potrebbe "lasciarvi a piedi", come è successo ad una persona a cui ho fatto assistenza e da cui ho tratto l’esperienza necessaria per scrivere questo post… 😛

Problema: tutte (o una parte) delle mail presenti in una cartella di Outlook Express spariscono all’improvviso, senza essere state cancellate o spostate.

Soluzione: in realtà la soluzione potrebbe essere molto semplice, così come potrebbe essere anche impossibile. Accade a volte che il file delle cartelle di posta si danneggi (magari perchè il programma è crashato mentre era in corso l’archiviazione/compressione della posta). La prima cosa da fare è verificare che i file appositi (con estensione .dbx) siano "presenti" e non siano andati perduti per qualche motivo. Normalmente il percorso di tali file è qualcosa di questo tipo: C:\Documents and Settings\Utente\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Identities\stringa alfanumerica\Microsoft\Outlook Express; sia "Utente" che "stringa alfanumerica" (in corsivo, nel percorso) possono variare a seconda della propria installazione. Normalmente i file delle cartelle di posta hanno lo stesso nome delle cartelle che si vedono in OE (abbreviazione che userò da adesso in poi per "Outlook Express") ed estensione .dbx (ad esempio "Posta in arrivo.dbx"). Guardando la dimensione del file ci si rende subito conto se le mail "ci sono ancora"; se il file .dbx della cartella sarà grande diverse decine/centinaia di MB ma voi non vedete nessuna mail, è probabile che il file sia corrotto. Come procedere?

Strada n. 1: il primo programma da provare ad utilizzare è DBXtract (qui l’home del programma, qui il download). Il programma richiede le librerie  di runtime VB6 (che dovreste avere già installate), non necessita di installazione ed è di semplicissimo utilizzo (potete trovare una guida qui). Se il recupero riesce, dovreste trovervi nella directory di salvataggio tutte le mail, che poi potrete "rimettere" nella vostra Inbox con un semplice drag&drop.

Strada n. 2: se il recupero con DBXtract non funzione, potete provare con Outlook Express Extraction (qui l’home del programma, qui il download), dal funzionamento molto simile a DBXtract (anche se richiede di essere installato). Personalmente penso che se non funzioni il primo, anche questo fallirà ma… tentare non nuoce.

Strada n. 3: se il recupero con i programmi precedenti non ha avuto successo (segno evidente che il file è pesantemente corrotto), l’unica strada percorribile è fare riferimento a OE-Mail Recovery (qui l’home del programma, qui il download). Già dall’interfaccia del programma ci si rende conto che è più "tosto", ed infatti è specifico per trattare casi di archivi danneggiati.

 OE-Mail Recovery

Mentre i programmi precedenti, se incontravano file corrotti, si fermavano inesorabilmente vanificando tutto il recupero… OE-Mail Recovery avanza come uno schiacciasassi, tralasciando gli errori (ed ovviamente eventuali email irrecuperabili) ma permettendo il recupero di tutto il resto. Tutta questa "potenza" ha un costo: OE-Mail Recovery permette infatti di visualizzare in parte le mail recuperate ma… per effettuare il salvataggio richiede che il software venga acquistato, al costo di 27 dollari.

Considerazioni di Giovy: chi usa Outlook Express e va incontro a problemi, un po’ se l’è cercata… ma non per questo bisogna farlo morire. Ho cercato di illustrarvi qualche software per venire incontro a quello che potrebbe essere un problema a volte "grave" (perdere email di lavoro lo è, di solito). Inutile dirvi che esistono software molto più stabili ed affidabili come Mozilla Thunderbird, che mettono a disposizione dell’utente anche la possibilità di avere plugin per estenderne di molto le funzionalità. E come con IE… fino a che funziona va bene, ma se nascono problemi… argh! 😀

  19 Responses to “Recuperare mail “scomparse” in Outlook Express”

  1. Già solo rivedere la schermata di OE mi ha fatto venire i brividi…

  2. ma dice che thunderbird sarà un progetto accantonato da mozilla, dici che sia sempre meglio quello di OE? 🙄

  3. Tempo fa installai ad un amico PicoBackup OE edition.
    OE andò in crash proprio durante la compressione della directory dei messaggi in arrivo, facendogli perdere in pochi secondi quasi due anni di email.

    Grazie alla schedulizzazione impostata è riuscito a ripristinare quasi tutto.
    Poi io consiglio sempre di impostare il mantenimento dei messaggi sul server per almeno 15gg. Non si sa mai.
    Usando questa impostazione ed un buon programma che periodicamente backuppa la posta si riesce a recuperare facilmente quasi il 100% dei dati persi in caso di problemi.

  4. fortunatamente lo uso solo al lavoro…la posta me la leggo dalla casella di posta, mi sa che son rimasta l’unica :mrgreen:

  5. Ciao Giovy,
    nella mia esperienza lavorativa mi sono imbattutto diverse volte in questo problema di outlook express e OE mail recovery è stato il software che mi ha salvato le chiappe in tutte le occasioni: certo non sempre va tutto a buon fine (es. su 15.000 msg una volta ne ha recuperati “solo” 11.500).

    Il problema si verifica con frequenza alta quando i file delle cartelle di posta si avvicinano alla soglia dei 2 gigabyte, o comunque dopo aver superato la soglia dei 1.5 gb la cosa si fa pericolosa.
    Io consiglio a chi lo usa di passare eventualmente ad outlook (thunderbird è un passo troppo difficile per molti 🙂 ), o ancor meglio alla posta sul web.
    Eventualmente la cosa si può ovviare eseguendo archiviazioni delle cartelle quando diventano troppo grandi, separandole per periodi (es. posta in arrivo 2005) e in pratica evitando che possano crescere ancora.

  6. Grazie ! 🙂

  7. […] La nuova stagione di Veltroni, Elton John parla a sproposito riguardo Internet, People Aggregator, Recuperare email da Outlook Express, Open People: un altro social netwok. Mi sono perso qualcosa? I commenti […]

  8. Personalmente uso Thunderbird.
    OE ha sempre avuto il difetto di bloccarsi quando una cartella supera il doppio della ram.
    Ha bisogno di manutenzione, è necessario dividere i messaggi in cartelle e comprimere la cartella da cui si sono spostati i messaggi e i problemi finiscono.
    Mi sembra molto interessante Microsoft Mail, fornito con Vista, penso che il motore sia simile a OE, ma la gestione della posta è più evoluto, crea cartelle reali per ogni cartella creata nel programma e i messaggi sono salvati in formato XML.
    Sconsiglio invece Outlook senza Exchange dietro, superati i 2 Gb del PST ti scordi di riaprire il file (fino alla versione di Office XP dopo no so). Il programma dopo i 2 Gb ti dice che non riesce ad aprire il file e che devi “aprirlo” e cancellare alcuni messaggi. In sostanza un serpente che si morde la coda.

  9. Ciao,

    sono nella situazione descritta: dopo un crash, alla riapertura, Outlook Express ha perso parte delle mail. Non è la prima volta, quindi faccio da tempo copie delle mail. Ovviamente, però, le ultimissime, non le ho, perché il backup lo faccio periodicamente, non tutti i giorni.

    Ho visto che OE mail recovery sembra ben funzionare, nella sua versione demo. Sono disposto anche a comprarlo, quindi a pagarlo, se non che, nelle FAQ pare emerga sia normale che il programma può non funzionare anche con la Key che viene inserita nel registro una volta inviata dai produttori dopo l’acquisto. Effettivamente ho scaricato delle chiavi con amule per vedere se la cosa funzioni e il programma non esce dalla versione demo.

    Avete qualche idea su come essere sicuri che il programma funzioni? Lo vorrei acquistare, ma questo fatto mi frena.

    Grazie molte in anticipo.

  10. Salve a tutti !!! Se posso esporre il mio caso e mi date una risposta ve ne sarei grato . Allora io ho i famosi file dbx enormi ne ho 3 intorno ai 5/600 mb e quello della posta eliminata che è intorno ai 2 gb. ora il programma per ora problemi non me ne dà Però mi girano le palle poichè dato che ho 2 partizioni e dato che sul disco C ho il SO e poche altre cose questo ingrandimento di questi file mi sta prendendo spazio. Quindi io avrei una idea . Se dessi come luogo di destinazione di tali file una cartella dell'altra partizione e quindi, non so se lo fa da solo quando la cambio o lo devo fare io manualmente, potrebbe ripararsi la cosa nel trasferimento dei file??? Faccio presente che facendo l'agente immobiliare la posta mi serve ed è per me fondamentale.

  11. Ciao Raffaele.

    Guarda, io le provo un po' tutte.
    Ti consiglio semplicemente di provare.
    Per farlo fai una copia della cartella che contiene tutti i file .dbx sull'altra partizione, così, se la prova non funziona, ti basta ridare la prima destinazione per ritornare almeno alla situazione di partenza, senza miglioramenti nè peggioramenti.

  12. Comunque pare che questo http://www.visivagroup.it/attachment.php?attachme…funzioni (dbxtract.zip), a me ha recuperato quasi tutto da un file .dbx (e pochissimo da un altro…), ed è gratuito.

  13. E' un casino cercando di trovare programmi per il recupero della posta ho trovato solo un bel paio di virus nonostante abbia nod32 sul computer. ora devo vedere se tutto va bene cercando di riparare il computer e poi ma prima devo recuperare i file di 4 cartelle di posta. Allora ho fatto così ho tolto le caretelle dbx e le ho sostituite con altre dello stesso nome e se dentro c'era della posta l'avevo momentaneamente spostata nella cartella vuota. Ora questa ha risolto il problema delle cartelle enormi ma ho perso 4 cartelle importantissime di posta che non vedo più ma naturalmente nella cartella dbx la posta c'è quindi che faccio uso dbxtract oppure oe mail recovery ??? Cia grazie

  14. Scusate, sarò un pischello, ma io lungo il percorso, C:Documents and SettingsUtenteImpostazioni localiDati applicazioniIdentitiesstringa alfanumericaMicrosoftOutlook Express, arrivo fino ad Applications Data ma al passaggio successivo ho solo la cartella RcIncidents, e nn so più come andare avanti. Mi potete aiutare? Ho perso 2 anni secchi di mail di lavoro e sono in crisi mistica. Grazie

  15. […] provato guardare Google? 2. Questo articolo mi sembra […]

  16. Questa pagina spara un attacco da file: wp-content/plugins/lightbox-plugin/js/prototype.js.
    Lo segnalano Google, Chrome, e Norton.

    • Ciao Francesco, grazie per la segnalazione. Ho fatto pulizia, appena Google indicizza nuovamente il blog, il messaggio dovrebbe sparire (per gli antivirus, invece, è già ok).

  17. Ciao giovy, vedo che di cose ne sai veramente tante!! Be’ se mi dai gentilmente una risposta te ne sarei veramente grata!
    Io uso outoolook solo a lavoro, questo e’ il programma che fornisce l azienda, per cui nn posso cambiarlo. Oggi mi e’ capitato che mi e’ sparita la posta all improvviso ho potuto recuperare il tutto ( era sparita solo da posta inviata) cmq con un backup della posta che avevo fatto il g prima. Volevo sapere gentilmente da te, cosa dovrei fare, per evitare di perdere la posta completamente cosa se sarebbe successa se non avessi fatto io manualmente il backup della posta il giorno prima? Grazie mille per la tua risposta! Ciao, Giada

Leave a Reply to Giovy Cancel reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.