May 282007
 

Utilizzo software di Instant Messaging da tanti anni; ho cominciato (come tutti quelli che hanno molti anni di web sulle spalle) con ICQ, abbandonato poi in favore di MSN Messenger (ora Windows Live Messenger), abbandonato poi in favore di Google Talk. Utilizzo anche Skype, ma in maniera molto più incostante. Mi piace Google Talk, ma… una cosa che NON sopporto è il fatto che, per tenere un’interfaccia senza scrollbar, decida di far sparire arbitrariamente un numero X di contatti, mostrando solo quelli che, a suo insindacabile parere, meritano di essere visti (perchè magari più contattati).
Ok, ma… se io un contatto non lo vedo, come faccio a sapere se è online e di conseguenza contattarlo? Devo andarlo a cercare ogni volta? No… non mi piace questa cosa…
Ho quindi girato per il web, cercato e vagliato diversi software di IM che utilizzassero il protocollo Jabber (lo stesso usato da Google Talk) ed infine mi soffermai su un software chiamato GAIM (che i linuxari sicuramente conosceranno), ma… non mi piaceva molto, sinceramente.. e continuai ad utilizzare Google Talk, con tutte le sue limitazioni.
Accade però che qualche mese fa il progetto GAIM subisca delle modifiche e…. nasca Pidgin! 🙂

pidgin_logo_big.gifPidgin, come già detto, è la "nuova versione" del popolare GAIM, client di instant messaging multi-protocollo; questo software è gratuito, Open Source e disponibile per piattaforme Windows e Linux. E’ stata rilasciata fra ieri ed oggi la versione 2.0.1.

Che significa "multi-protocollo"?
Semplice: significa che potrete utilizzare Pidgin per connettervi a diverse reti, accentrando tutta (o quasi) la vostra online presence in un solo software.
Pidgin infatti permette di fare a meno di moltissimi client proprietari, come:

  • AIM
  • Bonjour
  • Gadu-Gadu
  • Google Talk
  • Groupwise
  • ICQ
  • IRC
  • MSN
  • QQ
  • SILC
  • SIMPLE
  • Sametime
  • Yahoo
  • Zephyr

Interessante notare che, fra tutti i protocolli supportati, ci siano anche Groupwise e Sametime, tipici di realtà aziendali (rispettivamente Novell e IBM); allo stesso modo, avere la possibilità di utilizzare in un singolo software anche ICQ ed MSN mi ha permesso di rispolverare i miei vecchi account sulle rispettive piattaforme (benchè ormai ci siano pochi utenti ad usare ICQ ed il mio account MSN sia diverso da quello che usavo anni fa, che ormai era talmente pieno di contatti da farmi passare la voglia di aprirlo per non essere "attaccato" in chat interminabili). 

L’interfaccia di Pidgin è spartana ma funzionale e, cosa molto importante per me, mi permette di vedere TUTTI i miei contatti online, in qualunque stato si trovino. Inoltre, è possibile creare diversi gruppi ed assegnargli contatti dalle diverse piattaforme (ad esempio: amici che usano GTalk o MSN sotto lo stesso gruppo). Personalmente ho scelto di avere gruppi separati per piattaforma utilizzata.
Pidgin funziona senza problemi sotto Windows Vista e richiede le librerie GTK+ per funzionare (che vengono installate dal setup di Pidgin). E’ possibile ampliarne le funzioni utilizzando una serie di plugin (molti dei quali già integrati nel pacchetto di installazione standard).

In definitiva: se vi siete scocciati di avere tre o quattro software di instant messaging aperti per altrettante reti e non avete esigenze particolari legate a feature tipiche dei diversi client proprietari (se usate Pidgin come sostituto di Google Talk, ad esempio, dovrete fare a meno delle funzioni VoIP, file transfer e VoiceMail), installate questo ottimo IM e vi troverete sicuramente bene! 🙂

  16 Responses to “Pidgin, Instant Messaging multi-protocollo”

  1. Visto che come me sei affezionato a GTalk, non hai mai provato a importarti i contatti di msn in GTalk? Io l’ho fatto usando un transport affidabile e mi trovo benissimo!
    Per chi non lo sapesse, i transport sono dei “gateway” tra reti diverse (icq, msn, aim, etc) che permettono di usare solo client jabber per comunicare con le altre reti.

  2. oggi sono proprio orgoglione di me, uso pidgin già da un mesetto e tu solo oggi ne fai una bella recensione 🙂

  3. Lo uso da poco, su Ubuntu da quando è sparito GAIM e devo dire che l’interfaccia è gradevole e il programma in sè è piuttosto buono… 🙂

  4. […] dal post di Giovy vi parlo dell’ultimo client di Instant Messenger che ho provato: è IM+ della Shape Services; […]

  5. Sei in ritardo… su Ubuntu ce l’ho installato da un pezzo! 😀

  6. chiarificatore … come sempre !!! 😆

  7. […] dal post di Giovy vi parlo dell’ultimo client di Instant Messenger che ho provato: è IM+ della Shape Services; […]

  8. @ sTe: no, non c’ho mai provato, non mi piace dover passare per gateway intermedi… 😛

    @ robie06: LOL! Beh, io lo sto usando da una delle primissime beta, ne ho parlato solo oggi in concomitanza del rilascio della versione 2.0.1… 🙂

    @ Philip J. Fry: vero.

    @ Piplos: leggi la risposta a robie… 😛

    @ Andrea: thanks! 😉

  9. versione 2.0.1 Uhm corro a scaricarlaaaaa!

  10. Anche Miranda IM non è male. Però è per gente che ama avere un IM su misura, non per chi vuole un programma installa-e-usa. 🙂
    Infatti è peronalizzabilissimo al massimo… very geek! 😉

  11. E’ un po’ che lo uso, ha qualche limite nella personalizzazione e non legge le “fantasie grafiche” degli utenti msn, ma è leggero e gestisco tutto con un solo programma. Qualche problema con l’invio e la ricezione dei file. Mi è capitato più di una volta che il programma si chiudesse durante l’operazione. 😕

  12. Ma cosa ha di diverso dal buon GAIM ?

  13. Lassa perdere la mia dislessia galoppante :))))) E’ il caldo (devo trovare una scusa) 🙂

  14. Spero che questa volta Pidgin raggiunga un livello di stabilità quantomeno decente. Perché Gaim, comodissimo e molto leggero, era inutilizzabile. Non so che farmene di un software che funziona bene ma crasha senza un apparente motivo. 🙂

  15. Pidgin altro non è che GAIM portato alla versione 2, che attendeva da… anni (e non sto scherzando) di uscire; probabilmente hanno fatto passi in avanti ma il “succo” non cambia molto rispetto al suo predecessore; su alcune distribuzioni (Debian, e Debian-based, quindi le varie Ubuntu in altrettante varie versioni) il passaggio GAIM –> Pidgin è stato assolutamente automatico.

    Ah, per la cronaca, il cambio di nome non è stato voluto, ma bensì costretto per dispute legali tra AOL e GAIM… non vi dice niente “AIM”, di proprietà di AOL?

    Buon instant messaging a tutti, da un ex GAIMiano, ora “Kopetiano” 😛

  16. […] Google Talk ecc….Fortunatamente sono nate anche applicazioni multipiattaforma (come Pidgin, di cui ho parlato in questo post) per venire incontro alle esigenze di chi usa diversi IM. Una caratteristiche "tipica" […]

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)