Mar 272007
 

sicurezza_cover.jpgIeri ho ricevuto dal gentilissimo Salvatore Aranzulla (che ringrazio pubblicamente, sia per il libro che per la lettera che l’accompagnava) il suo primo libro, intitolato appunto "Sicurezza informatica", con prefazioni di Raoul Chiesa e Vittorio Pasteris. Nel pomeriggio, appena ho avuto un po’ di tempo disponibile, ho iniziato a leggerlo, benchè fosse abbastanza ovvio che un libro del genere ha un target diverso dal sottoscritto… 😛

Nelle 236 pagine che compongono il libro, infatti, si possono trovare una moltitudine di informazioni utilissime per un utente alle prime armi con la rete e le sue "sorprese", partendo da come rendere più sicuro il sistema operativo del proprio computer (sono stati considerati sia Windows XP che Windows Vista), passando per antivirus e firewall (con dettagliate istruzioni per la configurazione di un noto antivirus ed un altrettanto noto personal firewall) e tenendo in considerazione quelli che possono essere i diversi malware che possono minare la sicurezza di chi utilizza Internet.
Proprio ad Internet sono dedicate moltissime pagine, evidenziando i rischi che si possono correre utilizzando un browser come Internet Explorer, i pericoli che possono arrivare da posta elettronica e truffe online come phishing e scamming…
Il libro è pieno di screenshot delle diverse procedure illustrate (chiarissime, ad ogni buon conto), in modo che il lettore/utilizzatore si renda immediatamente conto se "sta andando bene" nella sua opera di configurazione… e non chiami l’amico esperto… 😀

Insomma… questo libro è davvero una piccola miniera d’oro per alcune tipoligie di utenti, al punto che (credetemi, non sono esagerato e NON lo dico affatto perchè Salvatore è un amico) io renderei questo libro obbligatorio per chi comincia ad utilizzare un computer connesso ad Internet per la prima volta.
Non obbligatorio ma una lettura fortemente consigliata, invece, per chi utilizza Internet sporadicamente e non ha modo di essere informato su tutti i pericoli della rete (e sono in molti, lo so per esperienza personale e di lavoro).
Non costa "pochissimo" (19.90 euro) ma… sono ben spesi, se volete fare un regalo ad un amico/parente, investendo in "tranquillità per voi". 😉

Bravo Salvatore, i miei complimenti ed auguri per il tuo futuro! 🙂

  46 Responses to “Sicurezza informatica di Salvatore Aranzulla”

  1. Grazie mille per tutto 🙂

    Salvo

  2. Ho già cercato nelle librerie qui da me, ancora non c’è, tutte queste recensioni mi stanno incuriosendo troppo 😀

  3. La prossima volta che la persona che so io viene con il portatile infestato da virus, malware, trojan ecc ecc e mi chiede cosa può fare per evitare di essere punto e a capo ogni 2 settimane, piuttosto che fargli la solita tirata d’orecchie che tanto non serve a nulla e cercare di spiegargli che quando va su certi siti “piccanti” non deve acconsentire al download di certe programmini, gli consiglio questa lettura.
    D’altronde “verba volant, scripta manent” forse risolvo la scocciatura una volta per tutte

  4. Eh no! Sennò i tecnici come campano? 😀 😀

  5. Campano vendendo libri :mrgreen:

  6. Sarò pure snob, ma a me il suo blog non piace, certi argomenti trattati male, non precisissimo, a tratti “lamer”, diciamo che mi immagino un divulgatore informatico diverso, più alla Paolo Attivissimo, cioè uno che conosce bene la materia di cui sta parlando, ma che riesce a trasmetterla in modo semplice e preciso, mai approssimativo, in ogni cosa “puntuale”

  7. A me piace molto… e so per certo che piace a moltissimi fra quanti sono stufi di dare facciate clamorose contro il technojargon incomprensibile dei soliti noti, così come di sentirsi dei perfetti imbecilli a leggere un articolo senza riuscire a capirci nulla. Ce ne fossero, come Salvatore…

  8. SAlvatore è un grande il suo blog è utilissimo!

  9. Non seguo Salvatore da quando lo definivano un hacker.. ma ci rendiamo conto?? C’è molta gente più meritevole di lui. Non ho niente contro la persona mettiamolo ben in chiaro, non lo conosco quindi può essere anche il ragazzo più bravo al mondo. Sarà il mix dell’uso improprio del termine hacker, il fatto che programma in asp e che usa windows ma proprio nn lo riesco a tollerare come fonte prima d’informazione.

  10. @thisend
    Bisogna valutare il contesto. Non conosco Salvatore e visito il suo blog sporadicamente, ma posso dire con certezza che nessuno meglio di lui, attualmente, fa quel tipo di informazione, destinata a quel tipo di utenza e in quel determinato modo. Quello che fa, lo fa benissimo.
    Quasi quasi lo compro questo libro 😀

  11. @ Salvo: di niente, ci mancherebbe! Se un libro è valido e l’ha scritto un amico, è un piacere parlarne!

    @ Valentino: io ti SCONSIGLIO di comprarlo, perchè da utente molto evoluto quale sei potresti trovarlo inutile e/o non interessante. Ma il “target” del libro non sei tu, infatti… 🙂

    @ Davide: bravissimo, questo sarebbe un ottimo consiglio! 🙂

    @ Andy: vero… hai ragionea anche tu… 😀
    … ma io preferisco un po’ più di sicurezza in giro, un po’ più di utenti consapevoli dei rischi della rete ed un po’ meno problemi di questo tipo… 😀

    @ timendum: il “target” del blog di Salvatore (così come quello del suo libro) è chiaro: un utente alle prime armi con i PC e con la rete. Se non lo sei, è plausibile che tu trovi tutto molto “semplicistico”, ma se lo sei… le informazioni chiare e semplici che vengono da Salvatore sono una manna. Mettiti nei panni di una persona che nemmeno sà cos’è Internet, e poi dimmi…

    @ Casper e P!ty: avete colto nel segno, bravi! Ce ne fossero di più, di divulgatori informatici come Salvo, avremmo meno problemi noi utenti “avanzati” a star dietro a parenti ed amici con il computer imputtanato da virus o malware di ogni tipo… 🙂

  12. Si Giovy ho letto in giro qual’è il target utente di questo libro, ma appunto ho letto parecchio a riguardo nel web, e quindi mi piacerebbe leggerlo per curiosità 🙂 Poi leggere un libro scritto da un blogger che leggi tutti i giorni è già un piacere 😀 …o una delusione….dipende come è stato scritto lol 🙂

  13. Giovy, sicuramente hai ragione, non rientro nel target, ma ugualmente preferisco un altro tipo di divulgazione, anche per i noob, una più precisa, puntale, non approssimativa.
    Con questo vorrei ugualmente fare i complimenti a Salvatore, perché è riuscito in quello che voleva fare, non lo metto in dubbio questo

  14. Leggo blog di varia natura qua e là, compreso ogni tanto anche quello di Aranzulla, e devo dire che a me il fanciullo sembra un poco sopravvalutato. Sarà che ha cominciato presto, che ha avuto l’onore delle cronache per alcuni motivi (vedi vicenda “Staralo” e vari altri articoli su PI), ma non penso sia il fenomeno di cui molti parlano.
    Venendo al libro, ci sono pubblicazioni di altri editori, come Apogeo, che offrono valide alternative a prezzi più bassi.

    P.S.= non ho nessun legame con Apogeo.

  15. Ma è un libro umoristico?
    Se dentro trovo documentati mirabolanti bug tipo questo

    http://www.salvatore-aranzulla.com/2005/03/11/firewall-o-no-questo-e-il-dilemma/

    lo compro, altrimenti no.
    Sono un fan dell’acher aranzulla, ma noto con disappunto
    che è un po’ che non ci fa sognare.

  16. bè io il libro l’ho comprato, l’ho letto e l’ho commentato sul sito di Salvo. In modo molto educato, ma criticandolo. E Salvo non ha pubblicato il mio posto. Vabè, è ancor aun ragazzino, quindi non pretendo sappia accettare critiche costruttive. Concordo con chi affermache Salvo è sopravvalutato. Anzi, MOLTO sopravvalutato. Si autocelebra come il divulgator einformatico più giovane al mondo (forte il trucchetto di addossare questa citazione agli altri, nel suo profilo online! ;)), ma io ne conosco un paio che a 13 pubblicavano su riviste inglesi; e poi si pensa che sia un fine conoscutore di computer e sicurezza e… qui arriviamo al libro. A mio avviso, a parte essere CARISSIMO per ciò che offre, è fin troppo superficiale. E la scusa che è dedicato a un pubblico poco esperto vale poco: in quel caso potevano venderlo a 9 euro, prezzo al quale ho acquistato diveris altri libri di sicurezza informatica molto più interessanti (non li cito perché altrimento sembro fare pubblicità).
    Insomma, finché si tratta di leggere un blog accetto tutto, ma qui ho pagato e sento, se necessario (è lo è) di potermi lamentare.
    Salvo afferma che “l’età non pregiudica la conoscenza” e credo che possa essere vero, ma pregiudica però il modo di poterla gestire e divulgare. Altrimenti si rischia di montarsi la testa e non far eun buon lavoro.

  17. Dovrebbero renderlo obbligatorio nelle università secondo
    me. ( dopo aver bruciato i libri di Stallings, ovvio )

  18. Procediamo con ordine.

    Per quanto i contenuti possano essere validi per una determinata fascia di utenza mi può anche andar bene. Ma il fatto che questo tizio, sparando una marea di cavolate abbia acquisito popolarità e la gente penda dalle sue labbra è fastidioso.
    Quando dico questo tutti rispondono “Ah ah sei un fallito invidioso”. Nossignori! Io sono solo dispiaciuto che il suddetto blog, disinformazione allo stato puro, venga considerato oro colato dai media, indirizzando quindi le persone nel posto sbagliato.

    Questo tizio purtroppo ormai è inarrestabile. Adesso, siccome lui è nerd e stando per mesi davanti al pc ha trovato una vulnerabilità in un noto portale, non vuol dire che sia un genio. Un po di anni fa anche Mafiaboy (ricordate quel tipo che tirava giu a comando i server di google, cnn, nasa, ca**i e mazzi), seppur quindicenne, era riuscito ad acquisire una certa popolarità nel campo dando delle piccole dimostrazioni. Ma anche se molte persone lo consideravano un bambino prodigio, un genio dell’informatica ecc ecc, tutti in realtà sapevamo che era un pagliaccio.

    Mi rendo conto di essere uscito di brutto, e il mio commento sta diventando illeggibile, percui torno sui binari. Tutta la mia avversione deriva proprio da questo. Dal fatto che non ci sia nessuna controporva che lui non sia poi tanto sto genio. La maggior parte dei commenti sul suo blog e nel suo forum, che DIMOSTRANO RISPETTOSAMENTE che ha torto o che è in errore, non compariranno mai. E’ tutto moderato e censurato, in modo che rimangano solo commenti i dodicenni inesperti che lo acclamano “salvo sei un mito, sei un genio” ecc ecc. E allora tutti lo credono veramente tale, e lo invitano in tv e in radio e pensano “oh il bambino prodigio” (che ormai ha quasi 18 anni, non ne ha piu 14, attenzione).

    E lui, si monta la testa, si sente invincibile, però non ha piu molti articoli interessanti da scrivere, allora la qualità dei post del blog cala, non sa che fare, apre il forum e lascia che altri quattordicenni che si credono degli dei si scannino a vicenda su chi è piu lamer eccetera.

    Non ha ne capo ne coda il mio post e chiedo scusa. Vorrei solo che potesse esistere con Salvatore, la critica costruttiva, la possibilità di fargli capire dove e come sbaglia eccetera. Ma se ci proverete, non verrete ne caziati ne insultati, sempicemente verrete ingorati. E il vostro post o commento, non comparirà mai.

  19. Che vergogna all’italiana.
    Quella di cui tratta il libro non è sicurezza, ma un minimo per avere un pc con la connessione a banda larga. Pur di vendere libri lo fanno scrivere ad un millantatore come Aranzulla. Il bello è si professa hacker…uno che a stento scrive 2 righe in vb e asp….BAH!

  20. salvatore aranzulla è un grande!mi complimento cn lui xke e stata ed è una persona che si fa capire al volo, nn ho mai avuto difficolta nel capirlo, e se volete saperlo, molti problemi li ho risolti grazie a lui, conoscultando il suo sito, e sono riuscito a scoprire tante cose che prima non sapevo. ciao salvatore e grazie!

  21. RAGAZZI NON VOGLIO CRITICARVI PER I COMMENTI CHE AVETE LASCIATO, MA VOLEVO PROPRIO SAPERE SE CONOSCETE UNA PERSONA COSI ISTRUTITA E COSI ABILE COME SALVATORE ARANZULLA! VOGLIO PROPRIO IL NOME DI QUESTA PERSONA! GRAZIE MILLE

  22. salvatore non si è mai vantato, al contrario di altre persone che appena fanno un sito cn quattro cavolate scritte si definiscono hacker, non giudichiamo senza pensare, perche io scommetto che avete lasciato questoi commenti e neanche sapete chi è salvatore aranzulla

  23. Un libro che fa decisamente schifo…la forma italiana è corretta ma il contenuto è buono per farci NIENTE…non vale la pena di comprarlo, trovate di meglio su google.it
    ciao a tutti, ma perchè quando si parla di Salvatore vengo sempre censurato, c’è una MAFIA??? mah…se volete difendervelo va bene ma…non ne vale la pena… ❗ ❗ ❗

  24. p.s. W BadTux…8O se ne cercate uno più istruito di Salvo ci sono io che al contrario di lui i siti me li so fare senza usare wordpress (sito già pronto da scaricare e personalizzare).
    Io al contrario di lui so PURE Linux, Programmazione sono WebMaster, so hackerare siti e ho già realizzato diversi programmi che diffondo via internet…
    e N.B. ho solo un anno in più e il pc lo uso da quando avevo 2 anni e mezzo !!! (altro che giovane divulgatore a 17, il mio primo sito l’ho fatto a 8 anni)

  25. Io ho letto il libro e lo trovo semplice e fatto bene. Prima di acquistare un libro è possibile dare una sbirciatina in libreria: se non piace, semplicemente non lo so si compra. Non capisco perché attaccare una persona. Forse si è invidiosi? Mah…… meditate!

  26. “io renderei questo libro obbligatorio per chi comincia ad utilizzare un computer connesso ad Internet per la prima volta.”

    personalmente mi vien da ridere…

  27. Mi viene da ridere… ehm… vedendo delle persone che ritengono Salvatore un ignorante, ma che acquistano i suoi libri e leggono il suo blog. ehmm Se lo ritenete inutile… semplicemente ignoratelo. A me sembra invece vhe avete invidaa…

  28. Non è invidia, ma semplicemente ti rode vedendo che uno che è 0 viene preso in considerazione mentre tu che sai molto più di lui vieni ignorato.

    N.B. la “gente” legge il suo libro e il suo blog perchè prima di attaccare vuole farsi una propria idea e vedere di cosa è capace…in quanto giudicare in modo errato non è corretto.
    Il fatto che i suoi articoli che non rientrano nelle banalità sono un copia-incolla è stato dimostrato da molti siti e infine non implicitamente ammesso da lui…il fatto che non sappia niente di Linux lo dimostrano i suoi articoli, che non sia un bravo webmaster e non sappia i linguaggi web nel fatto che usa wordpress…che in sicurezza inforamatica si ancora 0 è dimostrato ancora una volta dai suoi articoli e dal suo forum.

    Acclamatelo voi ciechi…attaccatelo voi geni !!!! :mrgreen:

  29. A me sembra una sterile polemica inutile. Segnalo a Salvatore, che leggo sempre.

  30. ma lasciate che sto tizio si gusti il proprio momento di gloria, e voi anzichè provare a tutti i costi di infangarglielo, tentiate di raggiungerne uno vostro…

    vi si deve proprio insegnare tutto.. questa società necessita di un esercito di salvatori aranzulli atti a redimervi… mmmuhauhauhuha
    è per questo che si ritorna sempre allo stesso concetto… “se tu sei la legge, io sono l’illegalità”

    bella pe tutti, w frank zappa

  31. 1)Il libro è molto banale. È scritto bene, ma ci sono delle cose elementari: a mio parere non ne vale la pena di spendere 20 euro per delle cose che si imparano in 2 pomeriggi…

    2)È anche vero, che molto spesso e volentieri i commenti di critica (COSTRUTTIVA), che sottolineano l’inutilità di ALCUNI argomenti trattati (od anche l’incorrettezza), vengono cancellati dal suo blog…
    Così è inutile…

    3)Ad esempio nell’articolo che ha postato STIK (vedi sopra), il fantomatico bug di cui si parla non è affatto un bug. È ovvio che se esegui le operazioni descritte la porta indicata viene aperta, ma questo accade perchè qualcuno la ha aperta (l’utente), percui è una cosa senza senso…

    4) Come già sottolineato in post precedenza, alcuni articoli sono frutto di un copia incolla.

    5) “Salvatore è un Nerd?”: sì. La parola hacker è utilizzata spesso in modo anomalo… Di hacker completi ce ne sono davvero pochi.

    Ce ne sarebbero ancora di cose da dire, ma questo farebbe perdere tempo inutilmente, quindi,
    finendo il discorso, credo che il blog di Salvatore sia un buon punto di ritrovo per utenti inesperti, e che comunque non si possa definire “Il massimo conoscitore in tema di Sicurezza Informatica”, come ho sentito dire, perchè sarebbe una grossa cavolata.
    Di gente esperta in sicurezza informatica ce ne molta, basti guardare i forum. Le persone che si occupano di sicurezza informatica, e che possono essere considerate esperti, sono quelli che creano fix, o addirittura programmi o tool che aiutano chi ha bisogno di aiuto (per l’appunto), perchè in effetti la gente inesperta si preoccupa della sicurezza nel propio computer, quando ormai il danno è stato fatto…

    P.S. Perchè ho scritto questo? Perchè mi piace parlare e chiarire le cose come stanno, anche se effettivamente non mi riguardano più di tanto.

  32. salvatore aranzulla di computer non capisce nulla. ogni suo articolo è pieno di ovvietà e nient’altro.

  33. qlk sa km riprendersi la password pur avendo dimentikato la domanda segreta su msn messenger?
    mi hanno parlato di mandare 1 e-mail al kast si messenger…ma sapete dove posso trovare l indirizzo di qst operatori???
    rispondete,è urgente
    federica

  34. complimenti, ho scritto due messaggi critici su Aranzulla e me li hanno cancellati pure qui. Pazzesco.

  35. @ Ezio Raish: leggiti le blog policy (in alto a sinistra), non tollero in alcun modo la diffamazione di altri su questo blog (specie se accompagnata da spam link).
    Vuoi diffamarlo? Fallo sul suo (o sul tuo) blog… non qui. Se hai qualcosa da dire sul libro, invece, sei ben accetto. Grazie.

  36. Mi sono fatto prestare il libro… ero troppo curioso… onestamente l’ho trovato pessimo… e vedere che c’e’ chi lo trova utile mi fa “riflettere molto”…. ma siamo veramente un popolo cosi’ incapace? (domanda retorica)

    Pazzesco…

  37. bhe è normale ke un librò scritto da aranzulla sia pessimo…..motivo?
    aranzulla spara le sue cazzate su windows del tipo di installare avg come antivirus, zone alarm come firewall e spybot….e poi se ne esce fuori ke linux fa skifo!-.-”
    Secondo me dice ke fa skifo forse xkè nn sà nemmeno farsi una partizione e installarlo.
    Quà il fatto è ke tutti gli italiani vedo aranzulla come un dio. Un dio? un dio di kosa?
    non sà nemmeno programmare. Spara le sue cazzate e i suoi come detti “bug” vekki come il cuco che sà sfruttare anke mia nonna XD.
    e poi lui sarebbe un hacker?ahhahaahahah
    Quando lui passerà le notti ,come la sottoscritta, per far “girare” un codice allora potremmo riparlarne.
    Admin of Dark-neT CreW http://www.dark-net.helloweb.eu

  38. QUOTO IN PIENO H4ck3r1n4!!!
    non è possibile che Salvatore sia ritenuto un hacker né è possibile dire che winzzoz è meglio di linux!!!!!! infatti mi è arrivata voce (non so quanto veritiera) che il nostro Salvatore NON è stato in grado di installare UBUNTU!!!!
    ma come si fa a non riuscire ad installare UBUNTU CHE È FACILISSIMO e scrivere libri sulla “sicurezza informatica” ed essere ritenuto un hacker?????????

  39. Veramente Salvatore è un po un macchiaiolo dell’informatica… lo ammiro (tra virgolette elefantiache) solo esclusivamente perché riesce ad attirare a se le masse ma, le cose giuste sono giuste, censura commenti a lui poco conveniente (e non è successo solo a me) e spesso consiglia applicazioni per Windows che sono notoriamente abili ad appesantirlo in maniera incredibile. Comunque contento lui e gli utenti… contenti tutti. Forse eviterei, se fossi in lui, di parlare di OSX, visto che non ne capisce nulla.

  40. H4ck3r1n4 sono le persone come te che rovinano l’italia insieme ad aranzulla,
    il tuo post è un ammasso di frasi già fatte ma scommetto che non sai nemmeno usare linux,
    magari lo hai solo installato e hai detto “ecco ora sono un hacker perchè utilizzo linux”
    spammi il tuo portale leim per veri hacker come per vantarti di esserne l’admin,
    questa frase mi fa roftlare “Quando lui passerà le notti ,come la sottoscritta, per far “girare” un codice allora potremmo riparlarne.” hahahah scusa hacker, che patetica.

  41. Ciao ragazzi… avrei una domanda da porre a Salvo in merito ad un suo blog, più precisamente, quello riguardante le truffe apportate ai correntisti Bancoposta online.
    Anticipo che anch’io sono correntista, da quando esiste il Bancoposta online, quindi so molto bene come funziona e che falle nel sistema Bancoposta online, non ce ne sono a meno ché non vengano messe di proposito da chi l’ha progettato.
    La domanda é questa: come é possibile che i correntisti si facciano rubare soldi senza il loro consenso?
    Infatti, il codice dispositivo segreto (non centrano nulla user e password del Bancoposta) che viene inviato tramite posta cartacea, ad ogni utente che decide di aprire un conto Bancoposta online, é posseduto solo ed esclusivamente dall’utente stesso.
    Una combinazione tra i 10 caratteri/cifre contenuti nel suddetto, viene richiesta ogni qualvolta sta per avvenire la transazione, viceversa senza non é possibile eseguirla.
    Quindi vorrei capire come sia possibile che certi utenti siano stati truffati?
    In oltre che consigli ha dato per non cadere nella rete sto Salvo, che se va avanti così é il caso che si salvi…si dalle uova marcie?
    Al massimo il truffatore avrebbe potuto entrare nell’account, ma non di sicuro movimentare denaro.
    Ragazzi che ne dite???????

  42. fobos visto ke ti senti tanto grande….ownami il mio sito come dici ke è da lamer -.-! oppure ownami il mio msn: h4ck3r1n4@eurohackers.it
    ahaahhah nn sai nemmeno kosa è un kernel figuriamoci se sai trovare una vulnerabilità nel mio portale.
    e poi tu sai usare linux? ke distro?
    io mi sono provata un po tutte le distro , da ubuntu a slackware, gentoo, debian, linuxmint, backtrack e devo dire ke preferisko slackware e backtrack xkè nn sono pesanti, sono versatili e poi gli stessi programmi ke hai su windows li hai anke su linux, amo l’opensource, mi piace moltissimo il php e vado tutti gli anni al linux-day.
    dai dai fobos vai a giokare con le figurine di dragonball con i tuoi amiketti.

  43. Giovy, mi deludi molto. Aranzulla andrebbe ostracizzato, non pubblicizzato. Soprassedendo sui bug che si vanta di aver scoperto (casualmente IN RITARDO rispetto ad altri blog), i suoi toni da enfant prodige sono veramente squallidi, se andiamo a vedere le tematiche che tratta: andate a vedere su youtube il video "Aumentare la durata della batteria del tuo portatile", giusto per rendersi conto… E voglio smentirti, di "divulgatori informatici" che si rivolgono agli utenti principianti ce ne sono vari, sicuramente più competenti e meno arroganti di Aranzulla". Che dire… Una vergogna tutta italiana.

  44. hahahahahahhahahahahhahahaha quante cazzate che avete voglia di scrivere hahahahhahahahhahahah
    xD

  45. Chi come me con l'informatica ci lavora (seriamente, non nei negozi di computer) sa benissimo che tale libro è aria fritta, descrive solo le regole del buonsenso nell'utilizzare uno strumento. Il fatto che il 90% delle persone agisca come un automa senza sforzarsi minimamente cosa stia facendo (o utilizzando) è la vera ragione per cui questo tipo abbia successo … per tutto il resto c'è google!

Leave a Reply to Valentino Cancel reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.