Dec 272006
 

divshare_logo.pngPrima o poi la finiranno di creare nuove applicazioni di storage online, evitandomi di doverle recensire (ho una passione fortissima per questo genere di cose) 😀

DivShare è, nella concezione, molto simile a Sthenic (di cui vi parlai un po’ di tempo fa), ma… ha dei "plus" che l’altra applicazione di storage online non aveva.

Partiamo innanzitutto dicendo che DivShare permette lo storage gratuito di un numero illimitato di file, con un numero illimitato di download (per motivi di sicurezza NON è permesso l’upload di file eseguibile, quindi comprimeteli o rinominateli se avete la necessità di uploadare file di questo tipo); non ha pubblicità di alcun tipo e dalle prove che ho fatto è decisamente veloce, sia in upload che in download (beh, magari dopo questo post lo sarà un po’ di meno, viste le persone che potenzialmente cominceranno ad usarlo) 😀

Come funziona DivShare?
E’ semplicissimo: selezionate il file da caricare sul server di DivShare, cliccate sul pulsante UPLOAD (opzionalmente potete inserire una mail a cui inviare una notifica del file) e… fatto! 😀
Verranno creati immediatamente una serie di link per "gestire" il file caricato; se avete inviato un’immagine, ad esempio, verranno creati:

  • un link alla pagina di DivShare da cui scaricare l’immagine
  • un link diretto al file, cliccando il quale partirà immediatamente il download
  • il codice html per mostrare l’immagine intera su una pagina web / post del blog
  • il codice html per mostrare la miniatura dell’immagine su una pagina web / post del blog
  • il codice in formato BBCODE per mostrare l’immagine in un forum (dove, normalmente, l’inserimento di html nei thread è bloccato)
  • un link per la condivisione via Facebook
  • un link per l’invio dei file via AIM
  • un link per la segnalazione del file su Digg

A seconda dell’utilizzo che intendete fare del file (che resterà online fino a che verrà scaricato, e passati 30 giorni senza alcun download verrà rimosso), avrete sicuramente a disposizione la modalità di condivisione più adatta. 🙂

Opzionalmente potete anche registrarvi (finora NON avete inserito alcun dato personale, di nessun tipo), godendo in questo caso della possibilità di accedere ad un pannello di controllo da cui potrete monitorare i file che avete caricato, il numero di download effettuati, visualizzare i link di condivisione che vi ho illustrato prima e caricare nuovi file.
Potete inoltre caricare più file contemporaneamente, e qualora fossero tutte immagini, creare anche delle "gallerie" per la visualizzazione (qualcosa tipo i "set" di Flickr, tenendo presente però che è un servizio volto all’hosting ed al download dei file, e non alla semplice visualizzazione)
Anche DivShare fa uso di AJAX per la visualizzazione dei link ed il caricamento dei file, ed anche DivShare ha un blog. 😀

Considerazione di Giovy: personalmente ho trovato DivShare il servizio più completo fra quelli che vi ho proposto, anche a pagamento, del tutto raffrontabile (fatta eccezione per alcune feature avanzate, ovviamente) ad un servizio blasonato come quello di Box.net (qui la mia recensione).
Se avete necessità di condividere file con un grosso pubblico (e magari finora avete utilizzato servizi come MegaUpload, che mettono pubblicità e counter di attesa prima di far partire il download), gestendo anche statistiche come il numero di download, DivShare è la soluzione Web 2.0 no cost che fa per voi! 🙂

  14 Responses to “DivShare”

  1. Sembra ben fatto lo provo sicuramente !

  2. da un po’ di tempo Sthenic lo vedo offline
    DivShare lo sto provando adesso e sembra veramente ben fatto!!
    Unico difetto (che ho riscontrato per ora) è che nella barra di upload non appare la percentuale di upload (sto provando con un file da 96 mb)

  3. E’ senza dubbio un ottimo servizio, ma io preferisco Mediafire (qui una mia recensione).

    Una ulteriore testimonianza a favore di questi due servizi potete trovarla qui

    Ciao a tutti 😉

  4. Dalla recensione sembra promettere bene appena avrò cinque minuti di tempo e seè il caso posterò le mie impressioni.
    Comunque da quanto letto molto interessante.

  5. sto provando Mediafire in effetti mi sembra anche meglio di DivShare!!
    tu che di giovy?? 🙄 ❓

  6. @ Barbara: 🙂

    @ franto: è vero, manca la percentuale di upload, il che rende difficile capire a che punto ci si trovi… 🙁

    @ Artgatt: grazie per la segnalazione, gli ho dato un’occhiata e… leggi sotto… 😛

    @ Davide Salerno: si, è molto interessante, ma… leggi sotto… 🙂

    @ franto: ho provato Mediafire (spronato dalla tua richiesta) e le mie conclusioni sono:
    PRO:
    – indicatore di avanzamento

    CONTRO:
    – mancanza della possibilità di generare thumbnails
    – mancanza della possibilità di avere un link diretto (mancanza GRAVE, a parer mio!)
    – mancanza delle gallerie di immagini
    – non richiede conferma di registrazione, rendendo l’applicazione vulnerabile allo spam tramite apertura di account con fake mail

    Ergo… se solo DivShare mettesse un indicatore di upload numerico, resterebbe comunque la mia scelta prioritaria. 🙂

  7. per la storia dei links diretti mi permetto di dissentire 😉

    Dopo aver uploadato un files, tu hai due possibili link da dare al pubblico. Un esempio:

    http://www.mediafire.com/?dcis23

    e

    http://download165.mediafire.com/oy2eg/d9qldkcis23/nomefile.rar

    spero che il sistema non li prenda come live link 😉

    comunque a me piace di più MediaFire 😀

  8. @ Artgatt: beh, non è proprio così…
    Il “link diretto” non ce l’hai subito a disposizione, ma lo “ricavi” trovandolo nella pagina di download (il primo link che hai mostrato, e l’unico fornito direttamente da MediaFire). 😛

  9. vabè, ma alla fine il link diretto c’è 😀 !!!

    Averlo subito, o doverlo andare a cercare è un altro paio di maniche, ma comunque c’è 😛 !!

  10. Mentre te recensisci, io ti auguro Buon Anno … 😛

  11. […] Alcuni mesi fa (era fine dicembre) vi parlai di un nuovo servizio Web 2.0 che offriva storage online a costo zero, con tante feature aggiuntive ed una facilità d’uso eccezionale: DivShare. All’epoca il servizio era partito da poco, aveva pochi utenti e nonostante fosse molto interessante, diverse cose erano ancora da "fixare"; da allora il team di DivShare non è stato con le mani in mano, ed ha continuato ad aggiornare la piattaforma implementando tutta una serie di nuove funzioni, anche e sopratutto basandosi su quelle che erano le richieste degli utenti (una fra tutte: l’indicatore della percentuale di upload, che allora non esisteva).Stamattina, invece, vi presenterò un nuovo plugin per WordPress (fresco di creazione) creato proprio dal team di DivShare e che integra le funzioni di upload e storage online del loro servizio con il vostro blog basato su WordPress: il DivShare Uploader. […]

  12. […] di Giovy: personalmente ho sempre usato altri servizi (come DivShare, che ormai è diventato uno dei "big" del settore dello storage online) per inviare file […]

  13. Ciao..

    i file caricati verranno rimossi passati 30 giorni senza alcun download anche registrandosi ?

  14. @ Francesco: no, se ti registri i file caricati non vengono rimossi mai.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)