Jun 162006
 

E’ da un bel pezzo che non scrivo qualche articolo “a ruota libera”, parlando e commentando gli ultimi avvenimenti di cronaca (anche se tanto ci sarebbe da dire, e probabilmente lo farò in futuro).
Ma… oggi rispolvero questa categoria in versione “Internet & Tech”, perchè ci sono un sacco di notizie gustose e/o interessanti in questo settore.

Cominciamo con i rumors su GBuy, il nuovo sistema di pagamento che Google sta mettendo su per far concorrenza a PayPal. Stando a quello che si legge in rete, dovrebbe essere lanciato il 28 giugno, e “promette” (sulla carta) di non far pagare commissioni ai venditori, e di integrarsi con gli altri servizi di Google (AdWords e Google Analytics).

Ma non di solo GBuy vive Google… 😛
Pare infatti che il lancio di Google Spreadsheets in beta limitata sia una sorta di “test di mercato” per saggiare l’interesse del pubblico su un presunto “Google Office”. Dopo aver acquisito un po’ di tempo fa Writely (creatrice di un editor di testo online in stile Web 2.0) e secondo InformationWeek pare che Google si stia preparando ad acquisire Thumbstack, una società che ha sviluppato un’applicazione per la creazione di presentazioni online (in stile PowerPoint).
Come insinuavo nel mio articolo su GSpreadsheets, del resto… 😉

Windows Vista, di cui ho parlato proprio ieri, è al momento uno dei software più scaricati in assoluto sulla Rete.
Ma i suoi 3.13 GB sono un bel “malloppo” da scaricare dai server di Akamai (che fornisce hosting e banda per i download Microsoft).
Proprio per aiutare gli internauti a scaricare WinVista, due prodi giovani (Chris e Jack) avevano creato Windows Vista Torrent, un tracker BitTorrent che permetteva il download della Beta 2 di Windows Vista tramite il noto software di file sharing.
Beh… dopo qualche giorno di attività Microsoft ha mandato ai responsabili del sito la solita letterina di “cease and desist” dicendogli di fermare ogni attività.
Detto… fatto. Windows Vista Torrent è morto.

Ah… a proposito di Microsoft… sembra infatti che Bill Gates abbia intenzione di lasciare la guida di Microsoft a partire da luglio 2008, per dedicarsi esclusivamente alla Bill & Melinda Gates Foundation, l’organizzazione creata da Gates e dalla moglie per gestire i diversi milioni di dollari che annualmente Bill Gates devolve in beneficienza. Lui restarà in Microsoft come chairman “part time”. Complimenti per il coraggio e… sono curioso di sapere chi sarà il suo successore (forse Ballmer?)

Sto testando una delle ultime “novità” di Google: Picasa Web Albums (non molto attivamente, per la verità).
Non mi piace, ed allo stato attuale delle cose è anni luce lontana dalla potenza e dall’usabilità di Flickr.
Ci stanno provando, l’integrazione con Picasa è buona ma… l’applicazione online è povera e poco interessante. Il limite di 250 MB di storage gratuito, poi, è una cazzata. Ci metto solo 100 foto alla massima risoluzione, e se voglio più spazio devo pagare.
Pretty useless… continuerò a pagare il mio account PRO su Flickr.
(P.S. Come vedete, non tutte le applicazioni “made in Google” mi entusiasmano “per partito preso”, e se fanno schifo lo dico senza peli sulla lingua).

Chiudo con una notizia che mi ha lasciato perplesso…
Stanno uscendo sul mercato le prime soluzioni wireless basata sullo standard 802.11n draft, che promettono copertura e velocità molto maggiori rispetto alle attuali soluzione 802.11b/g.
Ma… pare che alcune di queste soluzioni 802.11n siano così “performanti” da rendere inutilizzabili le connessioni wireless dei propri vicini, utilizzando tutta la larghezza di banda disponibile.
In un prossimo futuro già mi vedo le liti fra condomini per le interferenze wireless… 😛

  3 Responses to “A ruota libera 5 – Internet & Tech Edition”

  1. Riguardo la problematica da te sollevata sull’802.11n, essendo in possesso di una rete wireless 802.11g domestica, posso per una volta dirmi piu’ che contento di vivere (attualmente) in una realta’ paesana, dove le nuove tecnologie (con tutte le problematiche attinenti alla loro adozione) hanno tempi di attecchimento piu’ lunghi se paragonati a quelli propri delle piccole e grandi citta’

  2. Visto i vicini paleozoici che mi ritrovo non credo avrei grandi problemi
    di interferenze 😉

    Parlando di foto album secondo me uno dei punti di forza di Flikr
    è la condivisione … un pò un prolungamento del blog anche li contatti
    vedi le ultime foto di chi vuoi etc 🙂

  3. Le problematiche di banda ormai sono diventate sempre di più.
    Oltre a gestire i problemi di interferenza dell’ 802.11, tra un po cominceranno a esserci problemi di frequenze anche per i tag RFID (di cui ancora si sente poco parlare fra i non addetti ai lavori ma che presentano tutte le problematiche proprie delle tecnologie wireless…).

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)