Jan 282006
 

Stamattina avevo intenzione di scrivere di tutt’altro, ma… questa è troppo "gustosa" (o agghiacciante, a voi la scelta) e non posso non parlarne.

Antefatto: come di consueto, stavo facendo la solita spulciata di news via feed, per informarmi su quello che succede nel mondo.
Fra le news estere leggo i feed del New York Times (insieme a BBC, Reuters ed altre).
Sto quasi per marcare "letti" i feed esteri, quando la mia attenzione viene catturata dal titolo: ‘Cyclone Silvio’ of Italy Is on the Air, Everywhere (che dà anche il titolo a questo post).
Mmmm…. "ciclone Silvio"… sicuramente si parlerà del nostro Presidente del Consiglio.
Ok… diamogli un’occhiata…
Clicco sul titolo, e vengo portato alla pagina dell’articolo.
Uff… è richiesta la registrazione…
Vabbè, poco male… esiste BugMeNot che mi evita di dovermi registrare su tutti questi siti, fornendomi user e password per il New York Times… 😀
Ad ogni modo, inizio a leggere l’articolo…

ROME, Jan. 26 — It is now officially impossible to avoid the confident, smiling and surgically smoothed face of Silvio Berlusconi. Nearly every night recently, he has shown up on television, talking about his mother, his morals, his enemies, his garden (an outsize 247 acres, he noted), even about Erasmus.
"Erasmus said, ‘The best ideas don’t come from reason but from a lucid visionary folly,’ " Mr. Berlusconi, Italy’s prime minister, said during an hour-and-a-half interview this week on one of the three television stations he owns.

Ah… però… cominciamo bene…
Avranno visto anche loro il programma di Bonolis…. 😀

Whether visionary or prone to folly, Mr. Berlusconi has thrown
himself with his usual energy into an unusual media blitz: a
round-the-clock hard sell to Italian voters, who polls show are growing
weary of him after five years in office. "Cyclone Silvio," the
newsweekly magazine Panorama, which he also owns, trumpeted on its
cover this week.

With just over two months until national
elections, this political theater is, by many accounts, the struggle of
Italy’s richest man, and its longest-serving prime minister, for his
political life. The script calls for attack.

A vigorous 69,
younger looking and with more hair than when he took office, thanks to
the cosmetic surgery he has discussed publicly, he began two weeks ago
by accusing a major center-left opposition party of shady business
dealings. Then Mr. Berlusconi, often tried for corruption but never
jailed, paid a visit to state prosecutors on the issue.

Segue qui…  

"Cribbio! Il New York Times è un giornale comunista, che sta intentando una campagna diffamatoria nei miei confronti!" – già me lo vedo ad inveire… 😀

In ogni caso non è per attaccare mr. Berlusconi che sto scrivendo (anche se potrebbe sembrare l’opposto… sto solo facendo ironia, NON politica).
Scrivo perchè mi fa "strano" leggere articoli di questo tenore su un importante giornale AMERICANO (oh, stiamo parlando del New York Times, mica della Gazzetta di Forlimpopoli), scritto da un giornalista AMERICANO (Ian Fischer).

Voglio sperare (e vi giuro, lo spero con tutto me stesso) che non sia SOLO questa l’impressione che hanno all’estero della politica italiana (in genere) e del sig. Berlusconi (in particolare).

Non sono qui per giudicare ma per portare all’attenzione.

Concludo questa segnalazione riportandovi la didascalia che c’è sotto la foto di Silvio Berlusconi nell’articolo del NY Times:

Prime Minister Silvio Berlusconi of Italy, in Rome recently, is using a
media blitz to woo voters, who show signs of having wearied of him. His
presence is dominating the airwaves, newspapers and magazines.

Fate vobis… 

  One Response to “‘Cyclone Silvio’ of Italy Is on the Air, Everywhere”

  1. azz! Mr. Berlusconi è aviario… hihihi… ^_^… (ogni riferimento al pollo è puramente casuale… o causale?!?… ^_^)

    p.s. non mi risulta che i cicloni durino tanto tempo… ^_^

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)