Aug 172005
 

I Segreti di Angeli e DemoniTitolo: I segreti di Angeli e Demoni. La vera storia degli Illuminati
Autori: Dan Burstein, Arne de Kreijzer
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Anno: 2005
ISBN: 8820039095
Pagine: 362

Disponibile online su BOL a 18 €.

Questo è uno dei libri che ho letto in vacanza, e che ho comprato “d’impulso” appena visto in libreria.
Dopo aver letto sia “Angeli e Demoni” che “Il Codice Da Vinci” di Dan Brown, ero infatti curioso di conoscere quanto fosse vero e quanto fosse invece pura invenzione letteraria in questo libro.
Beh, come tutti i libri di Dan Brown, anche “Angeli e Demoni” ha attirato le attenzioni di fautori e detrattori, e molti sono i libri sui “retroscena” di questo romanzo.
Questo è interessante, secondo me, perchè oltre ai pensieri dell’autore presenta inoltre interviste a studiosi autorevoli esperti nei vari settori citati da Brown (storia dell’arte, religione, scienza e via dicendo).
Veniamo quindi a scoprire che alcune opere attribuite da Dan Brown ad un artista sono in realtà di tutt’altra “mano”, così come alcuni luoghi citati non sono fisicamente esistenti dove indicati.
Per gli aspetti “storici”, invece, è interessante leggere la vera storia degli Illuminati, decisamente diversa da quella “romanzata” in Angeli e Demoni, e… sopratutto… viene chiarito senza ombra di dubbio che Galileo Galilei NON fosse un Illuminato, nè tantomeno cospirasse in alcun modo contro la Chiesa… 😛
Una lettura “illuminanti”, oserei definirla… 😀
… ed ora sono in attesa che mi arrivi “I segreti del Codice”, sempre di Dan Burstein, che ho ordinato un paio di giorni fa su BOL, e che mi permetterò di dare uno sguardo ai retroscena de Il Codice da Vinci (altra lettura estiva, ma che non recensirò semplicemente perchè moltissimi l’hanno già fatto, e tanto si è letto in giro al riguardo). 😉

  One Response to “I segreti di Angeli e Demoni”

  1. Ma perchè te credi veramenti a tutto quello che scrivono nei libri ?
    Ti serve per forza di comprare un altro libro che ti dica che le informazioni dell'altro sono false?
    Fare un libro per scrivere cosa non torna in un altro libro mi sembra una cosa inutile , dovrebbe essere il lettore ad avere il buon senso di interpretare la storia del romanzo per quella che è ………una storia.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)