Dec 312004
 

… ed alla fine è arrivato, il giorno tanto “temuto” ed atteso.
Ieri la mia migliore amica, la mia amica del cuore, la persona per la quale farei TUTTO si è sposata…
Ed ora, per continuare con le parafrasi cinematografiche (come quella che da il titolo a questo blog)… cronaca di un matrimonio annunciato 😛

La cerimonia era fissata per le 10 di ieri mattina, ed ovviamente con la “puntualità” svizzera della mia ragazza, siamo arrivati alle 10.15. 😀
Io pensavo di essere in ritardo, ed invece… il simpatico chierichetto della chiesa ci avvisa che la cerimonia era stata posticipata alle 11…
Wow, 3/4 d’ora di attesa…. vabbè…
Il tempo di fare due passi (con una temperatura polare), prendere un’espressino ed un cappuccino e tornare in chiesa, e lo sposo era già arrivato…
Saluti, qualche commento sul “grande giorno”, l’emozione sul suo volto…
Conosco lui da 8 anni, se non ricordo male, ma lei da molti di più.
Alle 11.15 (in canonico ritardo) arriva la sposa: bellissima, e molto felice.
Non vi descrivo il vestito perchè non ne sono capace, vi dico solo che le stava benissimo. 🙂
Solita passerella al braccio del padre (che le faceva anche da testimone), taglio del nastro… e la cerimonia ha inizio.
Vederla camminare verso l’altare mi ha emozionato, sinceramente… ma ancora di più quando ha lasciato l’altare per prendere i doni per l’offertorio…
Passandomi di fianco mi ha visto, mi ha sorriso e fatto l’occhiolino… beh, vi giuro che in quel momento mi sono sentito felicissimo, perchè vedevo lei davvero felice…. 🙂
Il resto del matrimonio è andato liscio come ogni cerimonia “normale”, nessuno che si sia alzato a fare scenate da film o obbiettare qualcosa sul matrimonio in corso (eheheheheh) e quindi, terminata la cerimonia… direzione ristorante!
Il locale in questione è “un po’ ” fuori mano… ovvero diciamo 100 KM fuori mano… ARGH!!!
Non c’ero mai stato, e fortuna che avevo con me il navigatore satellitare (Arcadi… :P) che mi ha guidato senza nessun problema fino al ristorante.
Sala bellissima, servizio eccezionale, cibo ottimo…
Ho avuto un po’ da ridire (in tono scherzoso e bonario, ovviamente) con il sommelier che c’era in sala per alcune cose che ha fatto e che mi hanno fatto inorridire, ma… era scena, e le ha fatte CONSAPEVOLE che non andavano fatte… 😛
Per “farsi perdonare” ha servito a me ed alle persone del mio tavolo un rosso Riserva del Salento, davvero eccezionale (e lontano anni luce dal vino, comunque buono, che era in tavola per il pranzo).
Nota dolente: il ballare.
A me non piace particolarmente ballare, mentre la mia ragazza è una ballerina provetta; in pratica siamo un po’ come il diavolo e l’acqua sante, sotto questo punto di vista.
Mi ha “convinto” a fare qualche ballo lento (ok, quello me lo posso permettere) e per il resto si è scatenata in compagnia delle altre ragazze che erano al nostro tavolo (la sposa è stata di parola, mi ha messo ad un tavolo dove l’età media era 30 anni) 😉
A metà pranzo quel pazzo scatenato che curava le riprese video ha fatto uscire tutti gli amici degli sposi (con una temperatura da tundra siberiana, e le ragazze vestite molto leggere, e gli uomini in camicia e giacca) e ci ha radunati nell’immenso parco del ristorante, dove ci ha sottoposti ad una sessione di scenette, girotondi, salti con giacche che volavano, baci, inchini e cose del genere, ad uso e consumo del video degli sposi… che a questo punto sono davvero curioso di vedere… 🙂
Tornati in sala abbiamo proseguito il pranzo, ed alla fine c’è stato anche l’ “angolo delle lacrime”, quando i genitori sono stati invitati a fare un ballo con i figli… canzone lenta e commovente, il padre della sposa che piangeva come un bimbo ballando con la figlia, la madre dello sposo che piangeva meno del padre della sposa, ed i presenti che piangevano commossi per solidarietà…
Oh, non ditelo a nessuno, ma gli occhi lucidi sono venuti anche a me… 😛

Infine balli, casino, distribuzione di bomboniere e tutto il resto, ed alle 22.00 eravamo a casa, stanchi morti.
La mia ragazza si è divertita, io mi sono divertito ed inoltre ho terminato la serata con una bella sensazione nel cuore…
Il fatto di vedere la sposa comunque così felice e contenta, nonostante il matrimonio “di corsa”, mi fa ben sperare per questa unione, e non posso che augurargli in questa sede (anche se dubito leggerà mai queste righe) una vita serena e felice con l’uomo che ama e con il/i figlio/i che arriveranno… 🙂

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)